Come trasformare la TV in smart TV: tutte le soluzioni (2024)

In questa guida ti mostreremo le opzioni disponibili per trasformare la TV in smart TV senza spendere un patrimonio. Infatti, se disponi di una TV “tradizionale” ancora perfettamente funzionante, ma vuoi ugualmente usufruire dei contenuti Netflix, Prime Video, YouTube, DAZN e via dicendo, hai a disposizione diversi dispositivi e apparecchi per rendere smart la TV. 

In un mondo dove lo streaming sta velocemente affiancando e addirittura sostituendo la fruizione classica dei contenuti, l’acquisto di questi dispositivi rende al passo con i tempi apparecchi che, altrimenti, risulterebbero obsoleti.

Ecco le opzioni migliori per rendere smart il tuo TV a pochi euro.

Rendere smart la TV: vantaggi

Perchè trasformare la TV in smart TV? I vantaggi sono presto detti:

  • Accesso a servizi e siti di streaming come Netflix, Prime Video (incluso nel costo di Amazon Prime), Youtube
  • Possibilità di utilizzare la TV come media center 
  • Possibilità di scaricare app aggiuntive, tra cui giochi e utility
  • Riproduzione e streaming dei contenuti tramite rete locale e NAS
  • Accesso a browser internet direttamente sullo schermo del TV

Come trasformare TV in smart TV

Se vuoi rendere la tua TV una smart TV, dovrai acquistare un cosiddetto dongle, ovvero un dispositivo in grado di donare funzionalità intelligenti ad un apparecchio datato e, almeno nella maggior parte dei casi, di collegare il tuo telefono alla TV o qualsiasi altro dispositivo mobile (e dunque permette, per esempio, il collegamento tablet TV o il collegamento PC TV).

Uno smart TV permette infatti di accedere alle più famose piattaforme di streaming (Netflix, Amazon Prime Video, Disney+, DAZN, ecc.) direttamente dal proprio telecomando, musica (Spotify, Deezer, TuneIn), giochi ed altri  contenuti. Tuttavia, se si dispone di un televisore datato, ma ancora perfettamente funzionante, è normale non volersene privare investendo su un nuovo apparecchio.

Da questo punto di vista, un dongle come quelli descritti nelle prossime righe, rappresenta l’opzione ideale per venire incontro ai tuoi bisogni e salvaguardare il portafogli.

Come rendere una TV smart con Chromecast

Trasformare TV in smart tv

Una delle opzioni più popolari per rendere smart una TV è Google Chromecast, sia nella sua versione standard che 4K, quest’ultima chiamata Chromecast Ultra.

Chromecast rappresenta un’ottima scelta dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo. Basterà collegare il dispositivo alla TV tramite cavo HDMI, seguire la procedura di configurazione guidata tramite l’app Home di Google (iOS o Android) e collegare Chromecast al WiFi domestico. A questo punto, si potrà accedere a numerosi contenuti aggiuntivi partendo dallo smartphone, tablet o PC. Tra questi anche Netflix, YouTube, Infinity TV, Amazon Prime Video, Plex, Spotify e tanti altri.

Inoltre, è possibile collegare Chromecast ad un NAS o hard disk di rete ed avviare lo streaming in locale.

La tecnologia su cui si basa Chromecast è chiamata Google Cast. Questa è supportata da tutti i telefoni e tablet Android con versione del software 4.1 o superiori. Inoltre, il dongle è compatibile anche con i dispositivi Apple in grado di eseguire Chrome.

Ovviamente, Chromecast è compatibile con tutti gli smart speaker Google/Nest, tra cui Nest Audio, Nest Mini e Nest Hub. In questo modo, è possibile impartire dei comandi vocali e controllare il televisore con la voce. Ne parliamo nel dettaglio nella nostra guida su come collegare Google Home alla TV. 

In definitiva, un ottimo modo per trasformare la tua normale TV in una smart e voice-controlled

In aggiunta, adesso è disponibile il Chromecast con Google TV (recensione qui), che a differenza di quello classico è un vero e proprio media center dotato di telecomando ed integra direttamente Google TV (piattaforma basata su Android TV), ricreando l’esperienza di un TV Android. 

 [wpmoneyclick id=12233 /]

[wpmoneyclick id=12235 /]

[wpmoneyclick id=24564 /]

Come rendere smart una TV con Amazon Fire TV Stick

Rendere smart la TV

Amazon Fire TV Stick è uno dei diretti concorrenti di Chromecast e, come quest’ultimo, si caratterizza per l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Anche in questo caso, è disponibile sia la versione standard che quella 4K. Il grado di compatibilità è molto elevato: Fire TV Stick offre l’accesso a tutte le maggiori piattaforme di streaming, oltre che ad un browser web.

Inoltre, Fire TV Stick è compatibile con l’assistente vocale Alexa (e lo integra nel telecomando in dotazione) e con i dispositivi Echo. Questo permette ovviamente il controllo con la voce del TV. Se vuoi scoprire di più a riguardo, abbiamo scritto una guida dettagliata su come controllare la TV con Alexa

Se invece desideri maggiori informazioni sul prodotto, puoi consultare la nostra recensione di Amazon Fire TV Stick. Se vuoi capire come scegliere tra Amazone e Google, leggi anche il confronto Fire TV Stick vs Google Chromecast.

La linea Fire comprende inoltre altri modelli: accanto alla versione 4K, troviamo il Fire TV Stick 4K Max (con processore più potente e maggiore memoria), una versione basica (Lite), che non prevede il controllo della TV e dei dispositivi ad essa connessa (con telecomando o vocalmente) ed un top di gamma, un mix tra un Echo ed un Fire TV Stick, l’Amazon Fire TV Cube

Far diventare TV smart utilizzando un TV Box o Mini PC

Fr diventare unaTV smart TV

Tra le scelte più popolari per rendere smart una TV ci sono i TV box Android. Questi sono dei veri e propri piccoli computer, che integrano Android come sistema operativo.

Si collegano alla TV tradizionale tramite cavo HDMI e permettono, come i prodotti visti nelle righe precedenti, di accedere ad una serie di contenuti aggiuntivi: basterà scaricare le app dallo store Google per poter accedere a Netflix, Prime Video, Spotify, giochi, applicazioni e tanto altro.

Inoltre, molti modelli integrano anche l’app Kodi, che trasforma il box in un vero e proprio media center. Grazie all’aggiunta di alcuni plugin, sarà anche possibile accedere a numerosi canali televisivi, sia italiani che esteri.

Il mercato dei box TV Android è ricco di opzioni: si parte da modelli da poche decine di euro, fino ad arrivare a dispositivi che sfiorano i 200€ come NVIDIA Shield TV (quest’ultima può considerarsi alla stregua di una console da gaming).

Ovviamente, è bene effettuare una ricerca approfondita prima dell’acquisto in quanto, proprio a causa della miriade di TV box in vendita, c’è il rischio di acquistare un modello con connessione poco stabile e di scarsa qualità.

In alternativa puoi optare per un Mini PC Windows, un dispositivo dalle funzionalità simili agli Android Box, ma più vicini ad un vero e proprio computer desktop.

Se vuoi maggiori informazioni su questi prodotti, puoi leggere le nostre guide ai TV box Android e ai Mini PC Windows.

Qui sotto alcune opzioni per rendere intelligente il TV:


Trasformare una TV in smart TV utilizzando Apple TV

Da TV a smart TV

Un’altra modalità per trasformare la TV tradizionale in smart TV è Apple TV, il media center dell’azienda di Cupertino. Questo offre funzionalità simili a quelle dei box TV descritti sopra ed è una scelta particolarmente consigliata se si è utilizzatori di iPhone, iPad e Mac (è possibile lo streaming diretto da questi dispositivi alla Apple TV) e, più in generale, di dispositivi con tecnologia AirPlay2.

Inoltre, questo box offre la possibilità di scaricare tutte le app e le piattaforme di streaming più importanti, tra cui Netflix, Prime Video e YouTube. Inoltre, è possibile guardare i contenuti di Apple TV+, ovviamente se si è abbonati al servizio.

Anche in questo caso, sono disponibili 2 versioni: una standard, giunta ormai alle 4a edizione, ed una 4K, che permette quindi la fruizione dei contenuti Ultra HD. Tutti e due i prodotti stati rinnovati e sono adesso disponibili nella nuova versione 2021.

A tal riguardo, segnaliamo la nostra guida su come collegare l’iPad alla TV (i passi del tutorial sono simili a quelli da seguire se hai un iPhone).

Pennetta per smart TV Now TV Smart Stick

Now TV

Now TV Stick, prodotta da Roku, è lo stick HDMI che permette lo streaming diretto dei contenuti Sky, oltre che delle altre piattaforme più importanti tra cui, naturalmente, Netflix.

L’abbonamento mensile ai contenuti (sia live che on-demand) parte da 9,99€ al mese, ma all’acquisto della chiavetta si hanno comunque 3 mesi di visione gratuita del pacchetto base. Se non si desidera attivare alcun abbonamento, sarà comunque possibile utilizzare la chiavetta come una TV Box e scaricare le app di proprio gradimento.

Proprio come Sky, potrai comporre poi il tuo abbonamento secondo le tue preferenze: film ,serie TV, intrattenimento, documentari, sport e tanto altro.

Lo stick permette anche la riproduzione dei file presenti sulla rete locale.

Scopri NowTV a questo link

Da TV a smart TV con TIM Box

tim box decoder smart

TIM Box permette di accedere sia alla piattaforma streaming TIM (TIM Vision), ma anche di scaricare app terze tra cui Netflix, Prime Video, DAZN, Chili e le app presenti su Google Play (Tim Box integra il sistema operativo Android TV).

A differenza dei TV box tradizionali, Tim Box permette anche di collegare l’antenna della TV ed accedere ai canali del digitale terrestre. In questo modo, sarà possibile anche mettere in pausa e scorrere indietro/avanti e, per alcuni canali, usufruire della funzione restart. 

Inoltre, funzionalità molto interessante è quella chiamata IoTim, che permette la gestione dei propri dispositivi per la smart home.

Per maggiori informazioni, puoi cliccare qui 

Altre opzioni per trasformare TV in smart TV (Raspberry Pi, ecc.)

Quelle viste sopra sono le opzioni più popolari e comuni per trasformare la TV in smart TV. Tuttavia, esistono altre vie percorribili. Tra queste ricordiamo:

  • Decoder DTT/Sat smart: si tratta di decoder per il digitale terrestre, che uniscono a queste funzionalità il supporto a servizi on demand come Rai Play e La 7 on demand.
  • Lettore Blu-Ray smart: lettori Blu-Ray che si possono collegare sia con WiFi che con cavo Ethernet, e permettono l’accesso a contenuti in streaming, anche quelli presente sulla rete locale.
  • Raspberry Pi: si tratta della soluzione per “smanettoni” ed appassionati di informatica. Raspberry Pi è un single board computer, che dispone di una scheda elettronica dall’alto grado di personalizzazione. Molti utenti riescono a creare soluzioni ingegnose con questo piccolo dispositivo, tra cui anche veri e propri impianti domotici. In questo caso, con Raspberry Pi si potrà creare un tv box fai da te.
come rendere smart un televisorw
Raspberry Pi

Rendere smart la TV con un telecomando universale IR

Nella sezione precedente ci siamo concentrati su come accedere a contenuti aggiuntivi, streaming, app, giochi e browser web con una TV tradizionale, mostrandoti dei dongle economici.

Tuttavia, esiste un’altra tipologia di dongle che permette di rendere smart la TV in un modo “diverso”: i telecomandi universali a infrarossi. Questi dispositivi “clonano” il telecomando IR della TV e ne permettono la gestione da remoto, tramite lo smartphone. Basterà scaricare l’app dedicata e configurare il proprio telecomando.

Rendere smart la tv con un telecomando universale IR

Inoltre, grazie alla compatibilità con gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant, questi dispositivi permettono il controllo vocale del televisore. Molto economici e facili da utilizzare, sono tra i dispositivi più apprezzati da chi ama la domotica fai da te low cost.

Un brand popolarissimo nel settore ormai da anni è Broadlink, ma accanto a questo esistono diversi dispositivi molto economici (perlopiù di origine cinese) che vantano ottime prestazioni.

Di seguito una lista dei più famosi:



Se vuoi maggiori info, puoi anche leggere la nostra recensione di Broadlink RM PRO+, il modello della gamma precedente (siamo stati tra i primi a parlarne in Italia), oppure dei Switchbot Hub Plus.

Andrea Giorgi

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

COSA NE PENSI?

Lascia un commento

Smartdomotica