Miglior TV OLED 2020: quali comprare (confronto)

In questa guida al miglior TV OLED del 2020, esamineremo i modelli consigliati e forniremo utili consigli su come scegliere quello adatto a te.

Questa tipologia di TV sta prendendo sempre più piede, complici le performance superiori rispetto alle tecnologie tradizionali e ai prezzi sempre più accessibili.

Un investimento sull’intrattenimento di tutta la famiglia, che saprà soddisfare sia i cinefili che i gamer più esigenti ed appassionati.

Troverai prima delle brevi recensioni dei migliori OLED sul mercato, nella seconda parte dell’articolo una serie consigli su come scegliere al meglio.

Se vuoi valutare anche altre tecnologie, puoi leggere la nostra guida ai TV 4K.

Miglior TV OLED: le nostre scelte

Questi sono i migliori TV OLED del 2020:

  • LG OLED C9
  • LG OLED E9
  • Philips OLED 803/12
  • Sony AG9
  • Hisense H5508BE
  • Panasonic TX-55GZ1500

Il mercato è ancora dominato da LG, che è stato il vero precursore di questa tecnologia. Recentemente è stata affiancata da altri brand come Philips e Sony, con prodotti di ottima qualità. Purtroppo, l’offerta di modelli rimane ancora piuttosto limitata rispetto alla tecnologia LED.

Tuttavia, i modelli a disposizione sono sempre di più ed è possibile acquistare un ottimo apparecchio a prezzi interessanti.

Nella scelta dei modelli, abbiamo tenuto conto di una serie di fattori, tra cui ovviamente il prezzo, con una selezione di televisori in grado di coprire diverse fasce ed esigenze.

Per comodità, le recensioni delle prossime righe si riferiscono al formato “minimo” per una TV di questo tipo, ovvero 55″. Tuttavia, ogni modello descritto presenta anche un formato 65 pollici (alcuni anche 75 pollici), che vedremo nel paragrafo successivo.

Qui il confronto dei modelli da 55″:

TV LED 55 Pollici 4K Internet TV Web HDR10 Pro Wifi OLED55C9PLA ThinQ...
Philips 803 Smart TV OLED 4K UHD da 55'' (139 cm), Ambilight, Razor...
Sony KD-55AG9, Android TV OLED da 55 pollici, Smart TV 4k HDR Ultra HD...
LG 55E9PLA
HISENSE H55O8BE TV OLED Ultra HD 4K, Dolby Vision HDR, Wide Colr...
Nome prodotto
LG OLED 55C9
Philips OLED 803/12
Sony OLED KD55AG9
LG 55E9PLA
Hisense H55O8BE
Panasonic TX-55GZ1500
Porte HDMI
4
4
4
4
4x HDMI 2.0
4
Porte USB
3
2
2
2
2x USB 2.0
USB 3.0 x 1, USB 2.0 x 2
Calibrazione
Automatica con Calman di SpectraCal
Limitata ai set predefiniti
Poco controllo sul colore
Automatica con Calman di SpectraCal
Poca flessibilità
Disponibile calibrazione Netflix
Sistema operativo
WebOs
Android
Android
WebOS
VIDAA U3.0
Firefox OS
Controllo vocale
HDR
HDR 10 Pro, Dolby Vision
HDR Perfect
HDR10, HLG, Dolby Vision
HLG, HDR 10 , HDR 10 Pro, Dolby Vision
Dolby Vision, HDR 10,HLG
HDR10+ / HDR10 / HLG / DolbyVision / HLG Photo*15
Potenza audio
40W
50W
50 W
60W
20W
50w
Formato audio
DTS,Dolby Atmos
Dolby Atmos
Dolby Atmos
Dolby ATMOS, DTS
Dolby Atmos
Dolby Atmos
Numero altoparlanti
4
2
Acoustic Surface
6
2
4
Decoder
DVB-C,DVB-S2,DVB-T2
Formato del segnale digitaleDVB-C,DVB-S,DVB-S2,DVB-T,DVB-T2,DVB-T2 HD
DVB-T/T2
DVB-C,DVB-S2,DVB-T2
HEVC (H.265),VP9,H.264,MPEG4, MPEG2,VC1,MVC
DVB-T/T2/DVB-S2/DVB-C
Classe energetica
A
A
B
A
A
A
TV LED 55 Pollici 4K Internet TV Web HDR10 Pro Wifi OLED55C9PLA ThinQ...
Nome prodotto
LG OLED 55C9
Porte HDMI
4
Porte USB
3
Calibrazione
Automatica con Calman di SpectraCal
Sistema operativo
WebOs
Controllo vocale
HDR
HDR 10 Pro, Dolby Vision
Potenza audio
40W
Formato audio
DTS,Dolby Atmos
Numero altoparlanti
4
Decoder
DVB-C,DVB-S2,DVB-T2
Classe energetica
A
Philips 803 Smart TV OLED 4K UHD da 55'' (139 cm), Ambilight, Razor...
Nome prodotto
Philips OLED 803/12
Porte HDMI
4
Porte USB
2
Calibrazione
Limitata ai set predefiniti
Sistema operativo
Android
Controllo vocale
HDR
HDR Perfect
Potenza audio
50W
Formato audio
Dolby Atmos
Numero altoparlanti
2
Decoder
Formato del segnale digitaleDVB-C,DVB-S,DVB-S2,DVB-T,DVB-T2,DVB-T2 HD
Classe energetica
A
Sony KD-55AG9, Android TV OLED da 55 pollici, Smart TV 4k HDR Ultra HD...
Nome prodotto
Sony OLED KD55AG9
Porte HDMI
4
Porte USB
2
Calibrazione
Poco controllo sul colore
Sistema operativo
Android
Controllo vocale
HDR
HDR10, HLG, Dolby Vision
Potenza audio
50 W
Formato audio
Dolby Atmos
Numero altoparlanti
Acoustic Surface
Decoder
DVB-T/T2
Classe energetica
B
LG 55E9PLA
Nome prodotto
LG 55E9PLA
Porte HDMI
4
Porte USB
2
Calibrazione
Automatica con Calman di SpectraCal
Sistema operativo
WebOS
Controllo vocale
HDR
HLG, HDR 10 , HDR 10 Pro, Dolby Vision
Potenza audio
60W
Formato audio
Dolby ATMOS, DTS
Numero altoparlanti
6
Decoder
DVB-C,DVB-S2,DVB-T2
Classe energetica
A
HISENSE H55O8BE TV OLED Ultra HD 4K, Dolby Vision HDR, Wide Colr...
Nome prodotto
Hisense H55O8BE
Porte HDMI
4x HDMI 2.0
Porte USB
2x USB 2.0
Calibrazione
Poca flessibilità
Sistema operativo
VIDAA U3.0
Controllo vocale
HDR
Dolby Vision, HDR 10,HLG
Potenza audio
20W
Formato audio
Dolby Atmos
Numero altoparlanti
2
Decoder
HEVC (H.265),VP9,H.264,MPEG4, MPEG2,VC1,MVC
Classe energetica
A
Nome prodotto
Panasonic TX-55GZ1500
Porte HDMI
4
Porte USB
USB 3.0 x 1, USB 2.0 x 2
Calibrazione
Disponibile calibrazione Netflix
Sistema operativo
Firefox OS
Controllo vocale
HDR
HDR10+ / HDR10 / HLG / DolbyVision / HLG Photo*15
Potenza audio
50w
Formato audio
Dolby Atmos
Numero altoparlanti
4
Decoder
DVB-T/T2/DVB-S2/DVB-C
Classe energetica
A
Ritorna al menu ↑

Migliori TV OLED 55 pollici

Ritorna al menu ↑

LG OLED C9

Miglior TV OLED 2019

Iniziamo la nostra selezione dei migliori TV OLED 4K con il modello LG OLED 55C9PLA.

Questo TV OLED 55 pollici (disponibile anche nel formato 65 pollici) è il successore ideale del modello C8. Rispetto a questo, il pannello OLED utilizzato è esattamente lo stesso.

Quello che cambia è il processore, che in questo TV OLED 55 pollici è α9 (Alpha 9) di second generazione. Quest’ultimo ne migliora sensibilmente la fluidità di funzionamento e la velocità di elaborazione dei dati, anche di contenuti a bassa definizione. In aggiunta, il TV attiva a supportare frequenze fino a 120 fps.

Molto interessante la funzionalità AI Brightness, che regola automaticamente la luminosità del pannello in base alla luce ambientale.

In aggiunta il TV è dotato di un’intelligenza artificiale che sfrutta la piattaforma Smart ThinQ e permette il controllo vocale dell’apparecchio.

Con questa, è possibile sia la gestione ordinaria del TV (cambiare i canali, alzare/abbassare il volume, avviare la console per videogiochi), ma anche richiedere contenuti ed informazioni riguardanti il meteo.

La qualità video del TV è molto elevata, soprattutto se lo si fa calibrare da un professionista.

Con una calibrazione manuale di questo tipo, è possibile ottenere delle prestazioni addirittura superiori, soprattutto dal punto di vista della resa e della brillantezza dei colori.

Buona anche la resa audio, che risulta superiore alla media per questo settore. E’ inoltre possibile impostare la modalità Dolby Atmos, per un suono più avvolgente (ovviamente non ai livelli di un impianto stereo dedicato).

Dal punto di vista del design, LG OLED C9 si presenta come un prodotto dalle linee minimal ed essenziali, con eleganti finiture in alluminio ed una cornice quasi inesistente.

Lo spessore arriva a 4,9 cm nello spazio destinato alle porte e all’elettronica, dunque nella parte inferiore. La parte superiore del pannello è invece molto sottile.

Per quanto riguarda le funzionalità smart, questo TV OLED funziona con l’ottimo sistema operativo WebOs che abbina un elevato grado di versatilità ad un’ottima fluidità di funzionamento ed utilizzo. Ottimo anche per il gaming.

Ritorna al menu ↑

LG OLED B9

lg b9 oled design

Per chi ha un budget più limitato, ma non vuole rinunciare alla qualità video di un OLED, può orientarsi sul modello LG B9 (LG OLED55B9PLA). Questo presenta lo stesso pannello del modello C9 appena descritto, ma monta un processore più datato ed è costruito con materiali più economici, ma comunque di discreta qualità.

Se vuoi maggiori informazioni, puoi leggere la nostra recensione del TV LG OLED B9.

Ritorna al menu ↑

Philips 803/12 OLED

TV OLED

Continuiamo la rassegna dei migliori TV OLED con il Philips 803/12.

Il design è minimal ed elegante, con una cornice quasi inesistente. Philips punta tutto sulla discretezza e la capacità di integrarsi con l’arredamento della casa, aggiungendo un tocco sofisticato e tecnologico.

Dal punto di vista della qualità video, questo smart TV OLED 4K offre performance eccellenti, come d’altronde la maggioranza degli OLED.

In questo caso, il fattore che può fare la differenza è la tipologia di calibrazione. Infatti, il TV Philips non è molto pensato per gli smanettoni e gli appassionati. Ci si dovrà accontentare di filtri e preset che, tuttavia, fanno il loro dovere.

Veniamo ora ad uno dei pregi più apprezzati di Philips 803/12: la luminosità. Dopotutto, questa azienda è un brand di indiscussa fama nel settore dell’illuminazione.

Basti pensare agli ultimissimi dispositivi smart Philips Hue, decisamente i migliori sul mercato.

Per questo TV con sistema Ambilight, Philips dichiara una luminosità fino a 1000 nit, un valore a cui nessun altro competitor sembra arrivare.

Ed effettivamente, anche se la luminosità reale non è pari a quella dichiarata, questo TV OLED Philips offre dei picchi di luminosità invidiabili.

Tra le note meno positive, c’è sicuramente il sistema operativo.

Purtroppo, Android TV non è al livello dei suoi competitor WebOs e Tizen, montati rispettivamente su LG e Samsung.

Infatti, sebbene l’interfaccia sia abbastanza semplice ed intuitiva da utilizzare, il sistema sembra un po’ arrancare con diverse applicazioni aperte. Il processore P5 montato, non sembra garantire l’affidabilità richiesta.

L’audio risulta essere nella media ed è consigliabile l’acquisto di una soundbar per godere appieno del dispositivo.

Ritorna al menu ↑

Sony Bravia KD55AG9

televisore OLED 4K

Tra i migliori TV OLED in circolazione c’è sicuramente Sony Bravia KD55AF9, che prende quanto di buono c’era nel precedente modello e lo migliora ulteriormente.

Il risultato è un TV OLED di altissima qualità, con davvero pochi nei.

Le linee sono eleganti ed essenziali, con angoli smussati e una pannello con una cornice quasi invisibile.

La resa cromatica è ai massimi livelli, così come lo scaling dei contenuti ed il tempo di risposta complessivo.

Dal punto di vista della calibrazione, quella di fabbrica del Sony risulta abbastanza attendibile, forse leggermente spostata verso l’alto.

Anche in questo caso, è possibile effettuare una calibrazione con uno strumento dedicato. Tuttavia, le possibilità sono abbastanza limitate, in quanto i TV Sony non permettono di lavorare direttamente sui colori.

Veniamo ora all’audio del TV OLED AG9. Possiamo certamente affermare che la resa sonora è un punto di forza di questo apparecchio.

Infatti, grazie al sistema audio Acustic Audio+ Surface ™ (lo schermo presenta altoparlanti distribuiti dietro la superficie), permette un suono avvolgente e sopra la media, aiutato dai due speaker e subwoofer posteriori.

Come Philips, anche questo TV usa il sistema operativo Android TV, con tutte le limitazioni viste poco fa.

Tuttavia, in questo caso il processore risulta essere più potente ed in grado di garantire una migliore fluidità di utilizzo.

Infine, questo televisore OLED 55 pollici supporta anche Google Home e può dunque essere controllato comodamente con la voce.

Ritorna al menu ↑

LG OLED E9

miglior oled tv 4k

Chiudiamo la rassegna sul miglior TV OLED con il modello E9 della nuova serie LG.

Il processore integrato è l’alpha 9 di seconda generazione, che offre ottime prestazioni in fase di elaborazione delle immagini. 

Grazie all’avanzato sistema di intelligenza artificiale, i dati processati dal CPU vengono elaborati, per ottimizzare al meglio la resa e la fedeltà delle immagini.

L’AI riconoscerà l’immagine e cercherà in un vasto database per fornire la migliore resa cromatica per il soggetto in questione.

Altro punto di forza di questo TV OLED LG è la possibilità di utilizzare il televisore come un vero e proprio hub domotico.

Infatti, grazie all’intelligenza artificiale ed al telecomando Magic Remote, potrai controllare vocalmente i tuoi dispositivi smart.

Infatti, questo TV fa parte della serie con AI del brand coreano ed integra al suo interno sia Alexa che Google Assistant.

Grazie agli assistenti vocali, potrai gestire anche il tuo TV senza utilizzare il telecomando ed usare il tv come un vero e proprio smart display.

Ritorna al menu ↑

Hisense H55O8BE

Quale TV OLED acquistare

Entrata da poco nel mercato degli OLED TV, Hisense si sta facendo notare con questo H5508BE, un apparecchio dal buon rapporto qualità prezzo.

Il design è semplice ed equilibrato, con cornici praticamente inesistenti ed una base abbastanza stabile e ben costruita.

Monta un pannello LG 4K 55 pollici a 10 bit, in grado di vedersela ad armi pari con tutti i big del settore, sia in termini di luminosità, che di resa cromatica.

Tuttavia, il livello di controllo sulla calibrazione e sulla personalizzazione della resa è limitato rispetto agli altri produttori di OLED. Forse è la vera pecca di questo televisore, che tuttavia risulta essere un’ottima scelta per chi sta cercando un OLED entry level.

Il sistema operativo montato è quello proprietario Hisense, ovvero VIDAA, che offre una buona navigabilità ed il supporto a tutte le principali app di streaming video tra cui Netflix ed Amazon Prime Video.

Inoltre, se si possiede un un prodotto della serie Echo, è disponibile il controllo vocale tramite Alexa.

Audio sicuramente migliorabile, in particolare ad alti volumi. Presente il supporto a Dolby Atmos.

Ritorna al menu ↑

Panasonic TX-55GZ1500

Migliori TV OLED 55 pollici

Chiudiamo la selezione dei migliori TV OLED 55 pollici con Panasonic TZ-55GZ1500. Panasonic è stato uno dei primi brand dopo LG ad adottare la tecnologia OLED, portando sul mercato prodotti interessanti e dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Rispetto ai modelli visti fino ad ora, questo televisore si contraddistingue per un audio sicuramente sopra la media. Infatti, monta ben 4 altoparlanti in grado di erogare una potenza audio in uscita di 50 W.

Inoltre, grazie all’altoparlante Blade Speaker, la resa sonora risulta ottimale, soprattutto per quanto concerne i film.

Anche la qualità video è di primo livello, con il supporto a HDR+ ed un ottimo processore HCX Pro Intelligent, in grado di elaborare efficacemente e con precisione immagini dai colori fedeli e vicini alla realtà.

Il sistema operativo è Firefox OS, che offre una buona navigabilità ed il supporto a tutte le principali piattaforme di streaming video, tra cui YouTube, Rakuten TV, Dazn e Netflix.

Proprio con quest’ultimo, Panasonic ha stretto da tempo un accordo ufficiale, che ha portato su questo TV OLED Panasonic la calibrazione automatica Netflix (Netflix Calibrated Mode). Questa permette di guardare i contenuti della piattaforma streaming nel loro formato originale (basterà selezionare l’opzione del menu del TV).

Compatibile con Amazon Alexa per il controllo vocale senza telecomando.

Ritorna al menu ↑

Miglior TV OLED 65 pollici

Come anticipato, per evitare confusione, nella sezione precedente abbiamo analizzato gli OLED 55″, il formato per così dire “minimo“e più accessibile economicamente.

Tuttavia, se il budget e lo spazio a disposizione sono maggiori, puoi pensare di orientarti verso un formato più grande dei modelli visti prima.

Per esempio, un OLED 65 o 75 pollici potrebbe rappresentare la scelta ottimale. In particolare, la prima opzione rappresenta una delle più popolari quando trattiamo questa tipologia di pannello.

Ritorna al menu ↑

Cos’è e come funziona un TV OLED

Dopo la guida al miglior TV OLED, è opportuno un approfondimento su questa tecnologia.

OLED sta per Organic Light Emitting Diodes ed è la sigla che descrive l’elemento caratterizzante di questi display: dei pixel (diodi) organici presenti fra uno strato e l’altro dello schermo, che si illuminano al passaggio dell’energia elettrica fra le particelle caricate negativamente (catodo) e negativamente (anodo).

 

In altre parole, i diodi organici riescono ad illuminarsi in maniera indipendente, senza il bisogno di una fonte luminosa esterna come nei display LED.

In questi ultimi, i pixel vengono retroilluminati da una fonte LED montata internamente sul retro del TV e non sono in grado di emettere luce propria.

OLED 4K

Ritorna al menu ↑

Perché acquistare un TV OLED

Questa differenza fra le due tecnologie ha delle conseguenze molto importanti in termini di performance e design del TV (e ovviamente di prezzo). In particolare:

  • L’assenza di una fonte luminosa esterna permette di ridurre sensibilmente lo spessore del TV rispetto alla tecnologia LED. Il risultato sono TV ultra-slim con un ingombro molto limitato in termini di profondità.
  • Potendosi illuminare in modo indipendente, i diodi organici di TV OLED permettono una perfetta resa del colore nero. Infatti, questo viene riprodotto sullo schermo “spegnendo” di fatto i diodi interessati. Il nero che risulta è profondo e “reale”, al contrario dei pannelli LED, la cui fonte di retroilluminazione non riesce mai a spegnersi completamente. Questo risulta in neri più chiari (che in realtà sono tonalità di grigio scuro) e non assoluti. In altre parole, un TV OLED garantisce prestazioni sensibilmente più elevate rispetto ad uno LED, con colori più vicini a quelli percepiti in realtà dall’occhio umano. Una differenza ben visibile ad occhio nudo. Conseguenza diretta dell’indipendenza di emissione luminosa dei diodi è sicuramente un contrasto migliorato, potenzialmente infinito.
  • Immagini più fluide e riduzione del fastidioso “effetto scia”, grazie ad un tempo di risposta superiore rispetto ai TV LED.
  • Grazie alla possibilità di spegnere completamente i pixel, anche il consumo energetico dei TV OLED è migliore e più ottimizzato rispetto ai modelli tradizionali.
grazie alla speciale tecnologia, i televisori OLED sono estremamente sottili

grazie alla speciale tecnologia, i televisori OLED sono estremamente sottili

Ritorna al menu ↑

TV OLED oppure QLED?

Come avrai notato, nella selezione dei migliori OLED non c’è alcun modello Samsung.

Non a caso, il colosso coreano non produce TV con questa tecnologia, ma ne usa una proprietaria chiamata QLED (Quantum Dots).

Ma quali sono le reali differenze fra QLED ed OLED?

La tecnologia QLED è una versione avanzata del classico LED, che sfrutta i Quantum Dots, ovvero dei cristalli semiconduttori che “filtrano” la fonte di luce (i TV QLED sono retroilluminati al contrario degli OLED) e la restituiscono più pura.

A causa della necessità di illuminare questi cristalli, lo spessore dei TV QLED è mediamente maggiore rispetto agli OLED.

In termini di performance, sebbene Samsung affermi il contrario, i TV OLED restano ancora la scelta preferibile se si sta cercando una qualità video top. Infatti, i livelli di neri raggiunti con la tecnologia OLED non sono riscontrabili in altri modelli.

Per un confronto più approfondito, puoi leggere la nostra guida alle differenze fra OLED e QLED.

I TV OLED LG sono stati i primi ad essere commercializzati.

Ritorna al menu ↑

Come scegliere il miglior TV OLED

Ritorna al menu ↑

Risoluzione

La risoluzione di un TV è determinata dal numero di pixel, orizzontali e verticali, presenti sullo schermo.

A maggior numero di pixel corrisponde una risoluzione migliore e dunque immagini più nitide e definite.

La totalità dei TV OLED ha una risoluzione Ultra HD (UHD), con un numero di pixel pari a 3840 x 2160.

Questo numero è quadruplo rispetto allo standard più comune in commercio, ovvero Full HD (1920 x 1080).

OLED 4K Ultra HD vs Full HD

Confronto risoluzioni TV

Ritorna al menu ↑

HDR

Come sappiamo, HDR sta per High Dynamic Range ed è una tecnologia sviluppatasi prima nel mondo della fotografia e ora diffusa anche in ambito TV.

Tramite l’HDR, si vuole avvicinare la gamma di colori sullo schermo a quella realmente percepita dall’occhio umano.

Un TV dotato di questa tecnologia permette quindi la riproduzione di contenuti in HDR (console nuova generazione, lettore Blue Ray UHD ecc.), che si differenziano da quelli standard, chiamati appunto SDR (Standard Dynamic Range).

Tuttavia, non esiste un solo standard HDR. Il più diffuso e comune nei TV è sicuramente HDR10, presente su tutti i TV con supporto HDR.

L’altro standard, meno comune ma più sofisticato dal punto di vista del funzionamento, è chiamato Dolby Vision, le cui caratteristiche sono ben spiegate in questo articolo di TechRadar.

tv OLED 4K HDR

Fonte immagine: wccftech

Ritorna al menu ↑

Calibrazione

Come sappiamo, i migliori TV OLED sono garanzia della massima qualità video disponibile in commercio.

Infatti, i pannelli con tecnologia OLED differiscono poco l’uno dall’altro: tutti riescono a garantire performance elevate e non riscontrabili nei normali TV LED.

Tuttavia, un elemento di differenziazione c’è ed è la calibrazione.

Tutti i TV vengono venduti con le impostazioni di fabbrica del produttore e partono, in media, dallo stesso livello di qualità, ma se si effettua una calibrazione professionale (tramite una sonda dedicata), è possibile spesso toccare livelli mai visti prima.

Tramite un corretto processo di calibrazione (è possibile anche quella fai da te, se si dispone delle conoscenze e degli strumenti adatti) si riuscirà ad avvicinare ulteriormente la resa dei colori a quella reale.

Il processo di calibrazione è diverso da OLED ad OLED. Alcuni (come LG) offrono un sistema di calibrazione automatica che, con l’aiuto di un professionista, può davvero dare una marcia in più all’apparecchio.

Altri prodotti hanno invece meno libertà di azione e personalizzazione. Per esempio, nel TV OLED Philips è possibile solo scegliere fra i vari set predefiniti, con davvero poco margine di manovra.

Ritorna al menu ↑

Audio

Purtroppo, lo spessore minimo dei pannelli OLED lascia poco spazio ad un impianto audio che possa essere all’altezza.

Dunque, questo causa una qualità del sonoro spesso non in linea con l’eccelsa qualità video.

Se si decide di investire su un TV OLED, è consigliabile considerare anche l’acquisto di un sistema audio che garantisca un’esperienza completa.

Per la scelta, ci si potrà orientare su un classico sistema Home Theatre a più canali, oppure affidarsi ad una soundbar. Questo prodotto riesce infatti a coniugare qualità d’ascolto a semplicità d’uso e poco ingombro.

una soundbar è l'opzione migliore per sfruttare al meglio l'audio del tv oled

Ritorna al menu ↑

Design e dimensioni

Ovviamente, il TV è un oggetto che si inserisce all’interno di un ambiente e deve necessariamente sposarsi, almeno esteticamente, con la tipologia di arredamento presente.

Per fortuna, i TV OLED migliori hanno un design elegante e discreto e riescono ad abbinarsi egregiamente con qualsiasi casa.

Le finiture sono solitamente in vetro e metallo, a differenza di finiture più plastiche caratteristiche dei modelli di fascia più bassa.

Inoltre, le TV OLED hanno una cornice davvero limitata (sono tutto schermo).

design televisore oled sony af9

Spesso i TV OLED sono dei veri e propri pezzi di design

Per quanto riguarda le dimensioni, sarà necessario valutare lo spazio disponibile. La maggior parte degli OLED in commercio è commercializzato in due formati, 55″ e 65″.

In base alle proprie esigenze (spazio e distanza minima dal TV) e, ovviamente, al proprio portafogli, ci si potrà orientare su dimensioni dello schermo diverse.

Altri modelli hanno invece un formato superiore ai 70 pollici, ma è richiesto molto spazio e una distanza minima superiore per poterne apprezzare le performance.

Ritorna al menu ↑

Connettività internet

Tutti i migliori TV OLED in commercio sono smart TV, ovvero TV connesse ad internet tramite WiFi o cavo Ethernet.

La connessione ad internet permette l’accesso ad una serie di app e contenuti aggiuntivi.

Tra questi: popolari app come Netflix per film e serie TV; piattaforme per streaming sportivo live come DAZN; piattaforme di streaming musicale come Spotify; altre piattaforme e servizi di streaming video come Now TV e Amazon Video.

Oltre ovviamente ad altri contenuti multimediali, ad esempio videogiochi.

In aggiunta, grazie alla connessione internet, potrai facilmente collegare il telefono alla TV in modo wireless, grazie per esempio a tecnologie come Miracast.

Ritorna al menu ↑

Sistema operativo

Uno smart TV OLED 4K è gestito tramite sistema operativo. Alcune TV montano un classico sistema operativo Android oppure WebOS.

sistema opertivo LG WebOs

Altri brand adottano sistemi operativi proprietari che, tuttavia, spesso risultano più limitati. Ogni sistema operativo ha infatti caratteristiche e funzionalità diverse.

Tra queste, ricordiamo la possibilità di scaricare app oltre a quelle preinstallate, non presente in alcuni sistemi operativi proprietari.

Ritorna al menu ↑

Processore

Un altro fattore da considerare in una smart TV OLED è sicuramente il processore.

Questo può essere dual o quad core ed è l’elemento determinante nella velocità di funzionamento del TV.

Migliore il processore montato, più fluida sarà la navigazione e l’utilizzo delle funzionalità smart del TV.

Ritorna al menu ↑

Ingressi

Sebbene lo spessore dei TV OLED sia oltremodo sottile, è importante che il TV presenti un sufficiente numero di ingressi e porte.

ingressi e porte di un televisore OLED

Infatti queste sono fondamentali affinché il TV interagisca con altri dispositivi come lettore Blue-Ray, console per videogiochi, fotocamere ecc. Importante quindi la presenza di porte USB (almeno 2) e porte HDMI (almeno 2).

Inoltre, i migliori TV OLED possiedono la porta Ethernet, fondamentale se si vuole connettere il TV ad internet via cavo. Da valutare anche la presenza del cavo audio da 3,5 mm.

Al contrario, i moderni TV OLED 4K non presentano la tradizionale presa scart, destinata al collegamento con dispositivi vintage come il videoregistratore.

Ritorna al menu ↑

Prezzo

Sappiamo che questa tipologia di TV è ancora abbastanza costosa e non per tutte le tasche. Infatti, l’esborso minimo per portarsi a casa un prodotto di qualità è superiore ai 1000 euro e, nei modelli più avanzati, può anche raggiungere le diverse migliaia di euro.

Tuttavia, la tecnologia OLED sta divenendo sempre più popolare e, negli ultimi tempi, i prezzi hanno iniziato ad essere più accessibili. Basti pensare, che molti smartphone e smartwatch presentano al momento un display OLED.

Questo è sicuramente sintomo di un trend al ribasso che caratterizzerà i prossimi tempi, complice la sempre maggior diffusione di questa tecnologia.

Iscriviti al nostro canale Telegram OFFERTE TECH & SMART HOME  per ricevere aggiornamenti in tempo reale su sconti online: elettronica, tecnologia e smart home.
Cosa vuol dire TV OLED?

OLED sta per Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico ad emissione di luce. Questo acronimo descrive la tecnologia fondamentale dello schermo montato su questi TV: i diodi, composti di materiale organico, si accendono e si spengono in modo autonomo, senza bisogno di retroilluminazione come per i TV LED.

Come funziona la tecnologia OLED?

I diodi utilizzati negli OLED, posti fra due strati caricati elettricamente, sono composti di materiale organico elettroluminescente. Questo significa che i pannelli OLED non necessitano di retroilluminazione, risultando più sottili dei tradizionali LCD. Inoltre, i diodi organici sono in grado di spegnersi completamente, offrendo dunque una qualità dei neri impareggiabile.

Che differenza c’è tra OLED e QLED?

La differenza fra OLED e QLED sta nella tecnologia di riferimento. I primi ottengono l’immagine attraverso dei diodi organici elettroluminescenti in grado di accendersi/spegnersi autonomamente. I secondi sono TV LED tradizionali con retroilluminazione, che sfruttano i Quantum Dots, ovvero diodi in grado di fornire una luce più pura dei tradizionali LED

Come pulire lo schermo di un TV OLED?

Per rimuovere la polvere, consigliamo di utilizzare panni morbidi ed asciutti, per esempio di tessuto in microfibra (come quello utilizzato per pulire gli occhiali) e passarli delicatamente sul display. Per macchie più ostinate, è possibile inumidire leggermente il panno.

COSA NE PENSI?

Lascia un commento