Bonus TV (100 euro senza ISEE e 50 euro): tutto quello che c’è da sapere

Avrai sicuramente sentito parlare del nuovo Bonus TV 2021 e in particolare del bonus TV 100 euro senza ISEE (rottamazione TV) e del bonus TV 50 euro. Infatti, si tratta di due differenti incentivi del Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo digitale terrestre. In questa guida ti spieghiamo per filo e per segno tutto quello che c’è da sapere: come ottenere il bonus, chi può richiederlo e quali sono i requisiti, quale modulo compilare, se è idoneo anche per gli acquisti online (Amazon, ecc.) e come funziona.

Iniziamo dandoti una panoramica generale su ciò che succederà e cosa cambierà, oltre che informazioni sulla nuova tecnologia e su cosa sono i standard trasmissivi DVBT-2/HEVC.

Nuovo digitale terrestre DVBT-2/HEVC: cos’è e cosa cambia

Da ottobre 2021 (un mese in ritardo rispetto al programma) ci sarà il passaggio progressivo, fino a gennaio 2023, dal vecchio standard una nuova tecnologia per la trasmissione televisiva. Si tratta del DBVT-2 (Digital Video Broadcasting Second Generation Terrestrial), più semplicemente chiamato nuovo digitale terrestre o nuova TV digitale.

L’arrivo di questo standard di ultima generazione permetterà di liberare la banda di trasmissione 694-790 MHz, denominata banda 700, e renderla disponibile per i servizi mobili 5G (dunque tablet e smartphone). Ma non solo. Le novità interessano anche e soprattutto la fruizione e l’efficienza del segnale: accanto ad un minore inquinamento elettromagnetico, ci saranno miglioramenti dal punto di vista della qualità visiva e sonora. La qualità dell’immagine sarà quindi potenziata e la trasmissione potrà avvenire in alta definizione (supporto fino al 4K), grazie al passaggio al codec HEVC (sistema di decodifica H.265, High efficiency Video Coding).

Come già detto, l’implementazione di questa nuova tecnologia avverrà gradualmente e interesserà poco a poco diverse regioni per poi diventare definitiva a gennaio 2023. La prima fase, prevista il 15 ottobre 2021, riguarderà il passaggio alle trasmissioni in MPEG4 (dal MPEG2) che permetterà la trasmissione in risoluzione HD. Nelle successive ed ultime fasi si passerà definitivamente all’HEVC MAIN 10 (fino a 4K).

nuovo digitale terrestre cos'è e cosa cambia
La nuova TV digitale

Inizialmente, si prevedeva che già dal 15 ottobre le emittenti televisive avessero l’obbligo di trasmettere con il nuovo codec. Tuttavia, questo obbligo è slittato alla fine dell’anno e potrà dunque accadere che alcuni canali del digitale terrestre saranno trasmessi con il vecchio standard e altri con il nuovo (e quindi non si potranno vedere con TV non compatibili). Si suppone che il cambio interesserà dapprima solo i canali tematici e non i tradizionali generalisti.

L’arrivo del nuovo standard DVBT-2/HEVC renderà necessario munirsi, per chi non ne dispone già, di nuovi televisori o decoder compatibili e quindi idonei alla trasmissione del nuovo segnale.

Generalmente, i TV non compatibili con questa prima fase sono quelli acquistati prima del 2017, dato che dal 1 gennaio di tale anno tutti i rivenditori sono stati obbligati a vendere solo televisori compatibili con il codec MPEG4. I TV che non saranno invece compatibili quando il passaggio alla nuova TV digitale sarà terminato, sono quelli acquistati prima del 22 dicembre 2018, data in cui è invece entrato in vigore l’obbligo di vendere solo apparecchi con lo standard HEVC MAIN 10.

Dunque, riassumendo, chi ha un vecchio televisore non potrà più vedere la TV. Chi invece ha acquistato un televisore (conforme alla legge) dopo il 22 dicembre 2018 non avrà bisogno di fare nulla. Ecco perchè il governo e nello specifico il Mise ha predisposto il Bonus TV-Decoder ed il Bonus rottamazione TV. Vediamo di cosa si tratta.

Bonus TV 100 euro senza ISEE: l’incentivo per la rottamazione della vecchia TV

Il Bonus TV 100 euro senza ISEE, formalmente chiamato Bonus rottamazione TV entrerà in vigore il 23 agosto 2021, sarà valido fino al 31 dicembre 2022 e metterà a disposizione complessivamente 250 milioni di euro. A differenza di quello previso in precedenza (50 euro), con il quale è comunque cumulabile, questo non ha limitazioni ISEE e quindi può ottenerlo chiunque, a prescindere dalla situazione reddituale.

Questo incentivo Mise, pensato per favorire la sostituzione dei vecchi apparecchi ed il loro corretto smaltimento, prevede uno sconto del 20% sull’acquisto (fino ad un massimo di 100 euro) di un nuovo televisore, rottamando quello vecchio.

Come ottenere il bonus TV rottamazione: come funziona e requisiti

Il bonus TV 2021 (da 100 euro) non richiede ISEE ma può essere utilizzato solo una volta dallo stesso nucleo famiiare: questo significa che è valido per l’acquisto di una TV a famiglia. Ecco i requisiti per poterne beneficiare:

  • essere residenti nel territorio italiano
  • rottamare una TV acquistata prima del 22 dicembre 2018
  • aver pagato regolarmente il canone TV (a meno che non si abbia almeno 75 anni e dunque ci sia l’esonero)
  • acquistare un prodotto idoneo e presente nella lista creata dal Ministero dello Sviluppo Economico

Se ti stai chiedendo come funziona, basterà individuare il negozio fisico (Expert, Mediaworld, Euronics, Unieuro, Trony, ecc.) o online dove acquistare il nuovo televisore e assicurarti che questo aderisca all’iniziativa. La rottamazione può essere gestita direttamente dal rivenditore (basterà portare con sè il vecchio televisore ed il modulo compilato) oppure può avvenire presso un’isola ecologica autorizzata. In quest’ultimo caso sarà necessario far convalidare dagli addetti dell’isola ecologica l’apposito modulo per dimostrare l’avvenuta rottamazione. Basterà quindi recarsi al negozio con questo modulo a portata di mano, insieme a carta d’identità e codice fiscale, in fase d’acquisto.

bonus tv 100 euro senza isee come funziona e come ottenerlo (rottamazione)
La rottamazione della TV può essere a carico tuo o del rivenditore

Modulo Bonus TV 100 euro

Il Mise ha messo a disposizione il modulo di autodichiarazione per ottenere il bonus da 100 euro per la rottamazione. Tra le informazioni richieste, dovrai segnalare il rivenditore o il centro di raccolta prescelti. Puoi scaricafre il modulo cliccando qui.

Bonus TV acquisti online: amazon e altri store

Il bonus TV 100 euro senza ISEE vale anche per gli acquisti online purchè il negozio prescelto abbia punti vendita accreditati presso l’Agenzia delle Entrate. Non è ancora chiaro se ci siano delle eccezioni e se store internazionali come Amazon possano aderire a questa specifica iniziativa. Si attendono informazioni ufficiali a riguardo.

Bonus TV-Decoder (50 euro): solo con ISEE fino a 20,000€

Il bonus TV Decoder, il cosiddetto bonus TV 50 euro, è l’incentivo, con limitazioni ISEE, già attivo dal 2019 per acquistare nuovi televisori o decoder compatibili con DBVT-2 e codifica HEVC MAIN 10 (sono stati stanziati 151 milioni di euro). Valido fino al 31 dicembre 2022 prevede uno sconto fino a 50€: se l’importo totale speso è inferiore sarà ovviamente inferiore, se il dispositivo costa 50€ il bonus lo coprirà totalmente, se invece è superiore a 50€, l’importo del bonus sarà appunto 50€.

Ricordiamo che tale bonus e quello per la rottamazione TV descritto in precedenza sono cumulabili.

Bonus 50 euro TV: come funziona e a chi spetta

Per beneficiare del bonus da 50 euro per TV e decoder è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • essere parte di un nucleo familiare con ISEE fino a 20000€
  • usufruire di un solo bonus per un solo televisore/decoder per famiglia
  • acquistare un TV / decoder presente nella lista ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico

Basterà compilare l’apposito modulo (link del modulo qui) dichiarando di avere i requisiti necessari e che nessun’altro componente della famiglia abbia già usufruito dello sconto e recarsi dal rivenditore prescelto (fisico o online). Sarà lo stesso negozio ad applicare direttamente lo sconto.

modulo bonus tv decoder
Ecco come si presenta il modulo per il bonus TV-Decoder

Anche in questo caso sono ammessi store online purchè diano l’opportunità al cliente di caricare il modulo direttamente sulla piattaforma. Amazon non ha aderito all’iniziativa e anche in questo caso non è chiaro se potrà farlo.

DVBT-2: TV compatibili e idonee per il bonus 2021

Tutte le TV vendute a partire dal 22 dicembre 2018 saranno compatibili con lo standard trasmissivo DVBT-2 e con la codifica HEVC MAIN 10. Quelle vendute a partire da gennaio 2017 saranno compatibili solo nella prima fase del passaggio (quello a MPEG4 ma non a HEVC) e dunque sarà comunque necessario sostituirle a partire dall’anno prossimo.

tv compatibili dvbt2 bonus
Tutte le TV prodotte e vendute dal 22 dicemmbre 2018 sono compatibili con DVBT-2

E’ importante ricordare che per usufruire di uno o entrambi i bonus, sarà necessario acquistare un televisore o decoder presente nella lista ufficiale dei prodotti autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

DVBT-2: come verificare se il tuo TV è compatibile o è da cambiare?

Come già detto, la data d’acquisto dovrebbe già aiutarti a capire se il tuo televisore è da cambiare o se invece è perfettamente compatibile con il nuovo digitale terrestre.

Puoi comunque fare una prova una volta iniziato il primo passaggio (quello a MPEG4, a partire dal 15 ottobre) e verificare se riesci a visualizzare i canali già presenti in HD (per esempio 505 per Canale 5 HD, 501 per Raiuno HD o 507 per LA7 HD).

Successivamente, al secondo passaggio (dopo gennaio 2023), potrai utilizzare i canali di test 100 e 200 per capire se il TV è compatibile. Ecco come fare:

  • Se visualizzi raiuno sul canale 1, dovrai comprovare che sul canale 100 ci sia scritto Test HEVC Main10.
  • Allo stesso modo, se canale 5 è sul canale 5, dovrai verificare che sul canale 200 appaia nuovamente la scritta sopracitata.

Può però accadere che i canali di test non funzionino correttamente (niente scritta HEVC, schermo nero o altra emittente in trasmissione) ed è quindi sempre consigliabile risintonizzare la TV e riprovare prima di procedere all’acquisto di un nuovo prodotto.

Decoder DVBT-2 o nuovo televisore di ultima generazione?

Se ti stai chiedendo se sia meglio acquistare un decoder con ricezione del segnale DVBT-2 o direttamente un nuovo televisore, naturalmente la scelta sarà dettata dalle tue personalissime esigenze e budget. Il bonus per la rottamazione della TV oboleta è sicuramente un incentivo interessante.

Naturalmente, almeno nella maggior parte dei casi, la scelta di un decoder esterno/separato comporterà un esborso minore: si parte da circa 30€ per arrivare a superare anche 200€ per modelli top di gamma.

Decoder DVBT-2 esterno

Per quanto riguarda un televisore di ultima generazione e quindi totalmente compatibile con DVBT-2 e HEVC, il prezzo varierà ovviamente in base a formato/dimensioni TV, specifiche e brand. Si partirà da circa 150€ dei modelli low-cost per arrivare a superare migliaia di euro nei modelli di fascia alta.

Decoder DVBT-2

Televisori compatibili con DVBT-2

Alcuni dei TV DVBT-2 più popolari del momento:

Come scegliere il nuovo televisore da acquistare con il bonus

Se sei alle prese con l’acquisto di un nuovo televisore per via del nuovo digitale terrestre e magari stai usufruendo del bonus, ti consigliamo di leggere le nostre guide acquisto dedicate ai vari formati e a come scegliere le dimensioni.

Andrea Giorgi

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

Smartdomotica
Logo