Rendere smart il condizionatore: guida e soluzioni

Avere il controllo completo del clima domestico anche quando si è lontani da casa è ormai possibile grazie alle soluzioni di smart home e domotica. In questo articolo, vi spiegheremo come rendere smart il condizionatore per gestire la temperatura e il comfort della vostra casa in modo efficiente e pratico.

Attraverso il controllo remoto, potrete regolare il vostro condizionatore direttamente dallo smartphone o tablet, indipendentemente dalla vostra posizione. Vi presenteremo diverse opzioni disponibili sul mercato e vi guideremo su come integrare il condizionatore nel vostro sistema domotico esistente.

Se invece hai intenzione di acquistare un nuovo condizionatore, ti consigliamo di leggere le nostre guide dedicate ai migliori climatizzatori e ai migliori climatizzatori portatili. Ricorda inoltre che sul mercato hai altre opzioni a disposizione: per saperne di più, puoi dare un’occhiata al nostro approfondimento sulle migliori alternative al condizionatore.

Come rendere smart il condizionatore e controllarlo da remoto

Per comandare il condizionatore da remoto con lo smartphone basterà acquistare un cosiddetto dongle. Questi dispositivi, collegati ad un elettrodomestico, ne arricchiscono le funzionalità (per esempio, lo connettono alla rete internet).

Immagina un piccolo gadget connesso che, tramite infrarossi, si sostituisce al normale telecomando del climatizzatore e ne permette il comando da remoto. 

controllo climatizzatore wifi
Ambi Climate è una delle migliori soluzioni per il controllo WiFi del climatizzatore

In altre parole, il dongle “clonerà” il telecomando e, grazie alla connessione WiFi, potrà essere gestito direttamente dallo smartphone. Come?

Semplicemente con un’app, un vero e proprio centro di controllo per monitorare e gestire il clima della propria abitazione. Per esempio, potrai accendere il condizionatore da remoto e gestirlo vocalmente grazie all’integrazione con gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant.

Questi prodotti sono sempre più diffusi. Basti pensare a prodotti come il Google Chromecast e Fire TV Stick di Amazon (o Fire TV Cube), che permettono di rendere smart il proprio TV.

I migliori dongle per rendere smart il condizionatore:

Vediamo ora quali sono i migliori dongle per il controllo a distanza del climatizzatore. Le nostre scelte ricadono su:

  • Tado V3+
  • Sensibo Sky e Sensibo Air
  • Ambi Climate 2 /Mini
  • Broadlink (RM4 Pro/ RM 4 Mini)
  • KKMoon Controller
  • Switchbot Hub Pro/Mini
  • Panamalar controller WiFi IR

Tado v3+

accendere il condizionatore con il cellulare

Tado è sinonimo di climatizzazione intelligente di qualità. Il brand tedesco è infatti il produttore di uno dei migliori termostati smart e, senza dubbio, di uno dei migliori dongle per climatizzatori presenti sul mercato: il V3+.

Basterà posizionare questo piccolo dispositivo in prossimità del condizionatore e, tramite tecnologia ad infrarossi, potrai facilmente gestirlo con smartphone, tablet o voce (Tado è completamente compatibile con Google Assistant, Amazon Alexa e tecnologia IFTTT).

Grazie all’app Tado scaricabile gratuitamente da iOS e Android, potrai accedere al centro di controllo remoto ed impostare la temperatura adatta nel tuo ambiente domestico.

Inoltre, grazie alla geolocalizzazione, il climatizzatore smart Tado v3 si attiverà non appena rileverà il tuo avvicinamento: troverai così una casa già climatizzata, fresca e confortevole.

In aggiunta, dalla app è possibile programmare il condizionatore e scaricare dei report periodici, davvero utilissimi per tenere sotto controllo i consumi che possono essere abbattuti fino al 40% (fino a 450€ l’anno).

Compatibile con qualsiasi condizionatore controllabile con telecomando, il Tado si installa in pochi minuti ed in totale autonomia, come mostrato nel video di seguito.

L’investimento non è da sottovalutare, è vero, ma sicuramente non è confrontabile con quello relativo all’acquisto di un nuovo condizionatore smart. Maggiori info sul sito ufficiale Tado.

Sensibo Sky

Con Sensibo Sky potrai comandare il climatizzatore da android o iphone

Veniamo ora ad un’altra valida opzione per comandare il condizionatore da remoto con lo smartphone.

Giunto alla sua seconda versione, l’alternativa al Tado si chiama Sensibo Sky.

Con funzionalità del tutto equiparabili al sopracitato concorrente, il progetto di questo prodotto fu finanziato completamente su una piattaforma di crowfunding.

Da allora, si è affermato come uno dei brand più interessanti nel panorama della climatizzazione intelligente.

Tramite l’app potrai controllare il tuo condizionatore a distanza, monitorarne i consumi e ricevere una notifica che ti ricorda di pulire o cambiare i filtri.

Anche Sensibo Sky presenta la funzionalità di geolocalizzazione, che accenderà o spegnerà il condizionatore in base alla tua posizione rispetto alla casa.

Inoltre, tramite l’app potrai programmarne il funzionamento per 7 giorni. Completamente compatibile con Amazon Alexa e Google Assistant.

Sensibo Air

Recentemente l’azienda ha lanciato l’upgrade di Sky, ovvero Sensibo Air. Si tratta di un “aggiornamento” del modello già in gamma, che introduce la compatibilità con Apple HomeKit ed una serie di interessanti feature aggiuntive. Tra queste, la compatibilità con il sensore Sensibo Room + (sensore di temperatura da collegare in ogni singola stanza per un controllo più puntuale). In aggiunta, Sensibo Air presente un design più compatto e “moderno”.

Ambi Climate 2

controllo remoto climatizzatore

Ambi Climate è un prodotto sempre più popolare, grazie alle interessanti funzionalità offerte.

Questo dispositivo, oltre a permettere il controllo da remoto del condizionatore, gestirà in maniera autonoma la climatizzazione della casa, in modo da raggiungere il cosiddetto comfort termico.

In altre parole, Ambi Climate, unendo una grande dotazione hardware all’intelligenza artificiale, capirà pian piano quali sono le personali esigenze dell’utente e regolerà le impostazioni del condizionatore di conseguenza.

In che modo?

Ambi Climate presenta da un lato precisi sensori per misurare i parametri dell’aria in casa, dall’altro attinge alle informazioni meteo esterne tramite cloud.

Combinando questi elementi con il feedback dell’utente, potrà ottimizzare in autonomia l’uso del condizionatore, con evidenti benefici su benessere personale e consumi. Inoltre, questo prodotto offre altre funzionalità, tra cui programmazione, impostazione di timer, geo-localizzazione e controllo vocale. Insomma, avrai a tutti gli effetti un condizionatore smart. Trovi ulteriori informazioni qui.

Per una versione più basica, ma più compatta ed economica, potresti valutare anche l’opzione Ambi Climate Mini. Quest’ultimo, a differenza del fratello maggiore, non dispone solo di due mesi di prova gratuita del servizio Comfort AI Assistant.

Alternative economiche: domotizzare condizionatore con Broadlink e simili

Oltre ai dongle citati prima, esistono alternative più economiche, che ti permetterebbero, nella maggior parte dei casi (e modelli), di poter comandare il condizionatore da remoto e rendere il tuo vecchio climatizzatore smart.

Broadlnk RM4

Broadlink controllo condizionatore

Uno dei telecomandi universali a infrarossi più diffusi per tale scopo è il Broadlink, disponibili in diverse versioni tra cui: Broadlink RM4 Pro, RM4 Mini, RM4 Pro S e Broadlink RM Pro (versione più datata).

Questi prodotti. tramite l’app dedicata, possono “clonare” qualsiasi telecomando ad infrarossi, sostituendosi ad esso.

Nella fattispecie, potrai clonare il telecomando del condizionatore e gestirlo tramite smartphone, tablet e voce (se integrato con uno smart speaker).

Broadlink è infatti compatibile con Alexa, Google Home e IFTTT.

Quindi una volta clonati i comandi del tuo telecomando, potrai controllare questi con la voce (dovrai prima attivare la skill Alexa se utilizzi questo assistente virtuale).

Inoltre, potrai associare al Broadlink più di un telecomando e controllare insieme diversi dispositivi, per esempio TV, Hi-Fi ecc. La versione RM Pro supporta anche la tecnologia ad onde radio.

Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata anche alla nostra guida sui prodotti Broadlink.


Lasamot & MOES Controller IR WiFI

Un’altra opzione economica per il controllo remoto del condizionatore è quella di Lasamot (spesso lo ritroverai con nome di altro brand, in base al distributore), un telecomando universale WiFi a infrarossi molto popolare ed apprezzato per il suo basso costo e l’ottimo grado di affidabilità.

Il principio di funzionamento è lo stesso di Broadlink: è dapprima necessario clonare i comandi del telecomando tradizionale, successivamente sarà possibile replicare questi sia da smartphone che con la voce, grazie alla compatibilità con Alexa e Google Home.

Le app da utilizzare sono Tuya Smart oppure Smart Life. Anche questo universal remote è compatibile con IFTTT e gli assistenti vocali più importanti.

Modelli molto simili sono quelli commercializzati sotto il nome MOES e MOESGO


SwitchBot Hub Mini

Switchbot Mini

Nome ancora poco noto ai più, SwitchBot propone soluzioni interessanti come l’interruttore smart meccanico (ideale per macchine da caffè o interruttori luci).

Ma in questo caso, ciò che può aiutarci a rendere smart il condizionatore è l’Hub Mini, che approfondiamo nel nostro articolo dedicato a Switchbot.

Come gli altri telecomandi visti sopra, anche questo permette di controllare a distanza qualsiasi dispositivo, incluso il condizionatore, (ammesso che sia supportato dal database) grazie alla tecnologia infrarossi.

Climatizzatori, TV, decoder,ecc. Basta scaricare l’app SwitchBot e aggiungere i dispositivi (o meglio i telecomandi).

Inoltre, è compatibile con IFTTT, Google Home e Alexa e, dunque, a parte il controllo remoto del condizionatore, ti permetterà il controllo vocale. 

Se hai bisogno solo del controllo con IR e non delle radiofrequenze, puoi orientarti su un prodotto più economico come SwitchBot Hub Mini.

Gestione a distanza del climatizzatore con Telecomando IR Smart Panamalar

dongle condizionatore panalmar
Con i prodotti Panamalar puoi facilmente accendere il condizionatore con il cellulare

Chiudiamo la nostra piccola rassegna con un prodotto di successo: il controller IR Panamalar. Anche in questo caso, il dispositivo offre la compatibilità universale ai vari telecomandi con tecnologia IR.

Molto semplice ed intuitivo da utilizzare, permette di comandare da remoto il condizionatore e di controllarlo con. la voce, grazie al supporto ai maggiori assistenti vocali. Inoltre, si tratta di un dongle super compatto, che può essere posizionato praticamente ovunque, anche nascosto in un angolino.

Ovviamente, dall’app di controllo sarà possibile impostare timer e programmare precisamente il funzionamento dei vari dispositivi.

Sempre dello stesso brand è molto interessante anche il dispositivo 3-in-1 che, oltre al telecomando IR, integra anche un sensore di umidità e di temperatura.

Perchè conviene rendere smart il condizionatore

Il primo vantaggio nel rendere smart il climatizzatore è sicuramente legato al risparmio dell’energia elettrica e sulla bolletta. Infatti, molti dispositivi offrono la possibilità di monitorare i consumi ed ottimizzare il funzionamento dell’impianto in base alle proprie abitudini, posizione e alle condizioni meteorologiche.

In questo modo eviterà sprechi di energia, con risparmi fino al 40% durante l’anno. In aggiunta, la spesa per un dongle è davvero limitata, soprattutto se comparata con quella per un climatizzatore WiFi o condizionatore smart.

come rendere smart un climatizzatore
Monitoraggio consumi via app

Per non parlare ovviamente della comodità e del livello di controllo dell’apparecchio.

Grazie alla geolocalizzazione, il tuo vecchio climatizzatore si accenderà/spegnerà in base alla tua posizione, garantendoti il clima ideale al tuo rientro a casa.

Inoltre, grazie all’integrazione con assistenti vocali come Amazon Alexa e Google Assistant (e i loro rispettivi smart speaker Amazon Echo e Google Home), non avrai nemmeno bisogno del tuo smartphone.

Sarà infatti la tua voce a controllare il clima all’interno delle mura domestiche, sempre nel caso il dongle sia compatibile con questi.

Il mio climatizzatore è compatibile con un dongle?

A questo punto, ti starai chiedendo se il tuo condizionatore non smart è compatibile con un dongle per il comando a distanza.

La risposta è: con tutta probabilità sì.

controllare il condizionatore con il cellulare

Infatti, questi dispositivi clonano i telecomandi IR dei vostri elettrodomestici. Per far ciò, attingono a database di telecomandi molto vasti, anche di modelli molto datati.

Sarà quindi possibile controllare da remoto condizionatori delle migliori marche come Daikin, Samsung, Mitsubishi e molti altri.

Inoltre, potrai comandare l’elettrodomestico a distanza sia da dispositivo Android che da iPhone. Tutti i dispositivi mostrati sopra sono infatti compatibili con entrambi i sistemi operativi. 

Dunque, praticamente tutti potranno comandare il condizionatore con lo smartphone spendendo poche decine di euro.

Collegare il condizionatore ad Alexa e agli assistenti vocali: come fare?

Per accedere al controllo vocale è necessario collegare il climatizzatore ad Alexa, a Google Assistant o ad un altro assistente vocale.

Come fare?

Niente di più semplice. Infatti, tutti i prodotti descritti sopra sono gestiti tramite app compatibili con i suddetti assistenti vocali. Nel caso di Alexa, basterà sfruttare la skill dedicata e, in pochi secondi, potrai comandare il condizionatore con la voce.

Ad esempio, potrai chiedere di impostare una determinata temperatura, accendere/spegnere, passare da una modalità all’altra, ecc.

Come rendere smart il condizionatore: considerazioni finali

In conclusione, rendere smart il condizionatore grazie alla domotica è un passo avanti verso una gestione più efficiente e personalizzata del comfort della vostra casa. Grazie al controllo remoto e alle diverse soluzioni presentate in questo articolo, potrete sfruttare al meglio le potenzialità del vostro impianto di climatizzazione, garantendo un ambiente piacevole e accogliente in ogni momento. Inoltre, l’adozione di queste tecnologie vi aiuterà a ottimizzare i consumi energetici, riducendo l’impatto ambientale e risparmiando sui costi delle bollette. Ricordate che la chiave del successo è scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze e alle caratteristiche del vostro impianto. Ora che avete tutte le informazioni necessarie, è il momento di mettere in pratica quanto appreso e trasformare il vostro condizionatore in un dispositivo smart per un’esperienza di vita quotidiana ancora più confortevole e sostenibile.

Andrea Giorgi

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

COSA NE PENSI?

Lascia un commento

Smartdomotica