Sistema mesh WiFi: cos’è, come funziona e quali sono le migliori reti mesh

Sempre più spesso si sente parlare di sistema mesh WiFi. In questo articolo spiegheremo cos’è la tecnologia mesh, come funziona, quali sono i vantaggi ed i migliori prodotti attualmente in commercio.

Cos’è una mesh e come funziona

Una rete mesh WiFi è una rete peer-to-peer  (dunque non server-to-client) in cui i vari elementi che la compongono, chiamati “nodi”, concorrono in ugual misura alla distribuzione dei pacchetti dati, senza alcun ordine gerarchico.

I nodi che compongono la rete mesh non sono altro che punti di accesso WiFi. Dunque, il segnale non è più trasmetto da un solo router, ma da diversi. In questo modo, si ottiene una migliore copertura e stabilità del segnale.

Cos'è una mesh
Rete mesh wireless su più piani

I vari access point, infatti, sono comunicanti fra loro, per creare una cosiddetta “rete a maglie”, mesh per l’appunto. Ogni nodo svolge quindi la funzione di router per gli altri elementi che compongono la rete. Se uno di questi dovesse presentare un malfunzionamento, gli altri nodi funzioneranno in maniera intelligente per sopperire alla mancanza, assicurando il miglior percorso disponibile per il pacchetto dati in questione.

La copertura che ne deriva è solida, stabile e affidabile, dunque perfetta per la smart home. Inoltre, queste reti sono veramente semplici da impostare, anche per i neofiti del settore.

Creare rete mesh WiFi: i vantaggi

Quali sono i vantaggi di una rete mesh domestica o aziendale?

  • Amplificare segnale WiFi in aree dove è debole o assente: particolarmente utile per spazi esterni o ambienti che si sviluppano su più livelli.
  • Riparazione automatica: come anticipato, se uno dei nodi dovesse smettere di funzionare, gli altri si adatteranno automaticamente per assicurare il traffico dati.
  • Flessibilità: una rete mesh è espandibile con nuovi nodi. Dunque, si potranno coprire diverse aree anche con il passare del tempo. L’installazione di un nuovo punto di accesso WiFi mesh richiederà poco tempo. Basterà infatti collegare il nuovo router all’alimentazione elettrica e attendere alcuni secondi, senza dover seguire complicate procedure di configurazione.

Rete mesh vs ripetitore WiFi: differenze

Per molti versi, una rete mesh ricopre le funzioni di una powerline o di un ripetitore WiFi. Ma qual è la differenza fra queste due tipologie di prodotto?

Un ripetitore WiFi si limita a ricevere e trasmettere il segnale ricevuto dal router centrale. Una volta collegato, viene creata una nuova rete WiFi che non è altro che l’estensione di quella originale. Quest’ultima e la sua replica sono comunque due reti wireless distinte, mentre con la mesh l’SSID rimane univoco.

Ripetitore segnale WiFi

In una rete con tecnologia mesh tutti i nodi sono posti allo stesso livello e, in caso un punto di accesso smetta di funzionare, gli altri si adattano in maniera smart per garantire lo smistamento dei dati, cosa che non avviene con i range extender.

In questo caso, se il router centrale dovesse avere problemi, il ripetitore non sarà in grado di ricevere il segnale correttamente, perdendo di conseguenza la connessione.

Queste differenze sostanziali giustificano la sensibile differenza di prezzo fra mesh network, che superano facilmente i 100€, ed i repeater, dispositivi venduti a poche decine di euro. Non dimentichiamo infine gli adattatori powerline, simili ai ripetitori ma che portano il segnale utilizzando l’impianto elettrico.

Rete mesh prezzi

I prezzi delle reti mesh variano molto in base a fattori fondamentali come specifiche tecniche (e quindi prestzioni) e numero di satelliti che comporranno la rete (dunque copertura). In media, si parte da poco meno di 100€ per modelli entry-level con 1 satellite, fino ad arrivare a diverse centinaia di euro.

Un’altra discriminante che può far lievitare il prezzo è senza dubbio la presenza di funzionalità extra, come ad esempio l’integrazioni di un altoparlante audio e di feature da smart speaker.

Router mesh: ecco i migliori

Ecco la selezione dei migliori router per creare un sistema mesh:

  • Google Nest WiFi
  • Netgear Orbi
  • Tp-Link Deco M4
  • Amazon eero
  • Tenda Nova MW3

Rete mesh Google Nest Wi-Fi

Router mesh Nest WiFi di Google
Router
WiFi: AC2200 4×4 MU-MIMO Dual Band | Standard IEEE: 802.11a/b/g/n/ac | Beamforming: Sì; Porte: 2x porte Gigabit Ethernet (WAN e LAN) | Numero massimo dispositivi: 100 | Sicurezza: WPA3 | RAM: 1 GB | Memoria flash: 4 GB | Processore: ARM quad-core a 64 bit da 1,4 GHz | Dimensioni: 110 x 90,4 mm

Access Point WiFi
WiFi: Wi-Fi AC1200 2×2 MU-MIMO |Standard IEEE: 802.11a/b/g/n/ac | Beamforming: Sì | Porte: Jack di alimentazione| RAM: 768 MB | Memoria flash: 512 MB | Processore: ARM quad-core a 64 bit da 1,4 GHz | Audio: driver da 40 mm, Bluetooth 5.0, 3 microfoni a lungo raggio

Tra i migliori sistemi Mesh c’è senza dubbio Nest WiFi di Google. Il primo fattore che salta agli occhi è l’estrema facilità di configurazione e di utilizzo. L’app di riferimento è ovviamente Google Home, il vero centro della smart home targata Big G, da cui è possibile gestire tutti i nostri dispositivi connessi.

Rispetto al modello precedente (Google WiFi), questo sistema mesh offre un’estetica più moderna, minimale e curata. Tuttavia, la maggiore aggiunta è senza dubbio l’integrazione di uno speaker audio nel satellite (ricordiamo che una mesh è composta da un router collegato al nostro modem e da uno o più satelliti).

In questo modo, Nest WiFi si trasforma in un vero e proprio smart speaker con Google Assistant. In altre parole, oltre alle funzionalità mesh, questo dispositivo offre feature simili a Nest Audio e Nest Mini, come la gestione della casa connessa, la richiesta di informazioni, ricerche web e, naturalmente, la riproduzione musicale (precisiamo però che queste funzionalità sono disponibili solo sul satellite e non sul router centrale).

Altra grande differenza, stavolta meno positiva, rispetto all’edizione precedente è la mancanza di ingressi LAN nei satelliti. Questo impedisce quindi il collegamento fisico fra mesh e periferiche che, di conseguenza, dovranno affidarsi esclusivamente al WiFi.

Parlando di copertura effettiva, Nest WiFi è in grado di coprire 120 metri quadrati con il solo router e 210 aggiungendo un satellite (ovviamente è possibile estendere ulteriormente aggiungendo altri satelliti). Il miglioramento nell’estensione e nella stabilità della connessione è sensibile, ma è necessario prestare attenzione alla giusta disposizione dei vari nodi, soprattutto se posti su piani diversi (in questi casi il sistema fa più fatica ad offrire una rete uniforme in tutte le zone).

PRO:
  • Configurazione e gestione estremamente intuitivi
  • Integrato con alcuni sistemi domotici
  • Buon rapporto qualità/adatto
  • Manca ingresso LAN nei satelliti

CONTRO
  • Fatica sullo sviluppo “verticale” della rete
  • Non adatto a contesti aziendali

TP-Link Deco M4

Mesh
WiFi: AC1200 Dual Band | Standard IEEE: 802.11a/b/g/n/ac | Velocità: 300 Mbps (2,4 GHz) ; 867 Mbps (5 GHz) |Beamforming: Sì | Porte: 2 Single Gigabit Ethernet Ports/ WAN / LAN | RAM: 128 MB | Sicurezza: WPS-PSK/WPA2-PSK | Dimensioni: 90.7 x 190mm

Tra i migliori mesh WiFi c’è anche la soluzione proposta da TP-Link, ovvero Deco M4. Anche in questo caso, la facilità d’uso e l’intuitività la fanno da padrone e permettono un utilizzo del prodotto anche ai neofiti del settore informatico.

Compatibile sia con Alexa (ancora alcuni problemi in Italia) che con IFTTT, questo sistema mesh è in grado di garantire una connessione solida e stabile. Dall’app è possibile controllare tutti i dispositivi connessi alla rete, visualizzare quanta banda consumano, bloccare la connessione per alcuni, ecc. Presente anche un’utile funzione di Parental Control.

Un ottimo investimento, considerando il prezzo concorrenziale, le buone prestazioni e la facilità d’uso. Se vuoi maggiori informazioni, puoi leggere la nostra recensione di TP-Link Deco M4.

Per un prodotto ancora più performante, puoi dare un’occhiata anche alla recensione di TP-Link Deco M5.

PRO:
  • Prezzo
  • Compatibilità con IFTTT
  • Facilità di gestione

CONTRO
  • Alexa ha problemi, no integrazione con Google Assistant

Altri mesh network TP-Link Deco

Amazon eero

Amazon eero
Sistema WiFi mesh eero
WiFi: Radio Wi-Fi dual-band, 2,4 GHz e 5 GHz 2×2 MU-MIMO | Standard IEEE: 802.11 a/b/g/n/ac | Beamforming: Sì | Processore: Processore quad-core da 700 MHz | RAM: 512 MB | Memoria flash: 4 GB | Porte: 2 porte Gigabit con tecnologia di auto-sensing per connettività WAN e/o LAN | Dimensioni: 98 x 98 x 60 mm

Tra i sistemi WiFi mesh non poteva mancare eero, brand appartenente all’ecosistema di dispositivi smart Amazon.

Come i modelli descritti prima, la configurazione impiegherà solo pochi minuti per essere completata, sebbene sia leggermente meno intuitiva e semplice rispetto ad altri brand. Durante il processo, vengono fornite anche utili informazioni per la disposizione ottimale dei vari nodi all’interno dell’abitazione.

L’app eero aiuterà nella gestione della rete mesh, e darà la possibilità di creare diversi profili utente, programmare il collegamento internet di alcuni dispositivi, bloccare gli accessi e creare una rete ospite. Manca purtroppo il WPS e la possibilità di selezione manuale della banda WiFi (dual band a 2,4 GHz e 5 GHz).

Le prestazioni sono elevate, con una connessione sempre stabile, sia se la rete si sviluppa orizzontalmente, che verticalmente. La rete creata arriva a coprire un’area di 140 m² nella configurazione con un solo satellite, mentre si arriva fino a 460 m² implementando un kit da 3 satelliti.

Il prezzo è in media con il resto della categoria.

PRO:
  • Buone prestazioni
  • Compatibile con Alexa

CONTRO
  • Configurazione più complicata rispetto ad altri brand

eero Pro e eero 6

Se hai esigenze più complesse ed un budget maggiore, puoi orientarti verso i prodotti premium della linea eero. In particolare:

  • eero Pro: questa mesh offre una connessione WiFi tri-band (2,4 GHz, 5,2 GHz e 5,8 GHz), raggiunge 1 Gbps e copre un’area pari a 160 m².
  • eero 6: il nuovo arrivato in casa eero, che offre il supporto al nuovo protocollo WiFi 6.

Netgear Orbi RBK23 AC2200

sistema mesh
Sistema mesh Netgear Orbi AC2200
WiFi: Radio Wi-Fi tri-band MU-MIMO | Standard IEEE: 802.11 a/b/g/n/ac | Beamforming: Sì | Processore: quad-core da 710 MHz | RAM: 512 MB | Memoria flash: 256 GB |Numero massimo dispositivi: 25 | Porte: 2 porte Gigabit Ethernet | Sicurezza: WPA/WPA2-PSK | Dimensioni: 14,2 x 6 x 16,7 cm

Netgear Orbi è uno dei prodotti più celebri quando si parla di mesh network WiFi. Dal design avveniristico e dalle ottime prestazioni, promette di essere il non plus ultra del settore.

Il sistema è composto da un router (senza funzione di modem) e da vari satelliti. Ovviamente, come ogni rete mesh, il numero dei nodi può essere essere esteso anche in un secondo momento, se necessario.

Si tratta di un sistema tri-band, dove la terza banda è utilizzata esclusivamente per la comunicazione tra router e satelliti, in modo da non compromettere o limitare in alcun modo le altre due bande.

Dal punto di vista delle prestazioni, Netgear Orbi non delude ed è in grado di coprire con una connessione molto stabile anche spazi di grandi dimensioni, con una distribuzione della banda fra i vari dispositivi abbastanza uniforme.

Purtroppo, il prezzo è superiore alla media del settore, ma completamente giustificato dalla qualità top dei dispositivi.

PRO:
  • Prestazioni top
  • Facile da configurare
  • Design accattivante

CONTRO
  • Prezzo

Nuovi modelli: Netgear Orbi WiFi 6



Offerta

Tenda Nova MW3

WiFi mesh
WiFi: Dual Band |Standard WiFi: 802.11 a/b/g/n/ac |Beamforming: sì | Sicurezza: WPA/WPA2-PSK | Porte: 2x porte Ethernet (LAN/WAN) | Dimensioni: 90 x 90 x 90mm

Tra le soluzioni economiche, la rete mesh WiFi Tenda Nova MW3 è una delle scelte più apprezzate della categoria.

L’estetica del sistema è piacevole, con i router che si presentano come eleganti cubotti bianchi in grado di abbinarsi perfettamente con qualsiasi tipo di arredamento.

La configurazione iniziale, eseguita attraverso l’app Tenda WiFi, è rapida ed indolore: l’app stessa, una volta collegati i router all’alimentazione elettrica (attenzione a collegare con cura i cavi per evitare interruzioni improvvise di corrente durante il funzionamento), avvierà la configurazione step-by-step, che si concluderà in pochi minuiti.

La grafica dell’app è semplice ed intuitiva, con un facile e rapido accesso a tutte le impostazioni più importanti.

Il sistema mesh Nova MW3 è dual band, con una velocità massima di 1200 mbps. Le prestazioni, sia in download che in upload risultano ottime, con una copertura stabile di un’area fino a 320 mq con il sistema a 3 nodi (ovviamente, è possibile estendere il mesh network in un secondo momento con router aggiuntivi, se necessario).

PRO:
  • Prezzo
  • Facilità di configurazione
  • App ben fatta

CONTRO
  • Cavi alimentazione elettrica migliorabili

Altri mesh network della linea Tenda Nova

Il modello Nova MW3 visto sopra è il modello base della linea. Se disponi di un budget maggiore e stai cercando migliori prestazioni, puoi orientarti verso gli altri modelli della gamma:

  • Tenda Nova MW5G: copertura fino a 350 metri quadrati e supporto fino a 80 dispositivi;
  • Nova MW6: fino a 500 metri quadrati e 90 dispositivi supportati;
  • Ripetitore WiFi mesh Tenda nova MW12: tri-band, 120 dispositivi e 560 metri quadrati di copertura.

Sistemi WiFi per casa mesh più popolari

Mesh in offerta

Altri modelli ibridi: mesh + smart speaker

Fatta eccezione per il Nest WiFI, nella sezione precedente, abbiamo esaminato alcuni modelli di rete mesh pura. Sul mercato sono però presenti altre soluzioni “ibride”, ovvero prodotti in grado di ricoprire il ruolo di router mesh e di altoparlante intelligente.

Tra i prodotti più famosi di questa categoria ricordiamo:

Potrebbe anche interessarti questo articolo: come proteggere la tua rete WiFi.

Hai domande o vuoi restare aggiornato sul mondo della domotica? Entra a far parte della nostra community Facebook Domotica & Smart Home

Andrea Giorgi

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

6 Commenti
  1. chissà se mi potete aiutare.
    ho un router deco x20 che utilizzo per TV-PC-cellulari ma non riesco ad abbinarci sensori di sicurezza tipo quelli alle porte o rilevatori acqua.

    Mi sapete dire il perchè?
    Vi ringrazio in anticipo e saluto cordialmente gb

    • Buongiorno Gianni.Hai controllato la compatibilità dei sensori/hub, soprattutto in termini di connettività? Stavo pensando che magari questi si connettano solo con una connessione a 2,4 GHz e magari la tua è impostata a 5 GHz.

  2. Buongiorno, bell’articolo! Per un bilocale di 60mq è secondo voi necessaria una rete mesh, avendo comunque diversi accessori smart? (2 google home, lampadine philips ecc…)

    • Buongiorno a tutti, vivo in circa 170m² disposti su due piani più 100m² circa di giardino. Ho acquistato da pochi mesi un nuovo modem router NETGEAR D6400-100PES 5PT AC1600. Vorrei sapere come estendere la copertura WiFi possibilmente utilizzando sempre componenti Netgear. Grazie per la vs cortese attenzione. Marcello

    • Ciao Paolo, grazie! Per un ambiente da 60mq l’utilizzo di una rete WiFi Mesh, in linea di massima, potrebbe essere eccessivo. Solitamente è un prodotto ideale per ambienti a partire da 250mq o con una disposizione particolare (più piani, ampio spazio esterno ecc.). Ovviamente dipende dai dispositivi e dall’utilizzo che fai (tipo online gaming), ma se noti un rallentamento, potresti considerare l’acquisto di un router più performance piuttosto che una rete WiFi Mesh, con un esborso sicuramente minore.

Lascia un commento

Smartdomotica