Come risparmiare acqua: consigli per non sprecare

L’acqua è un bene molto prezioso, perché indispensabile alla vita del Pianeta in ogni sua forma, ma non è una risorsa naturale infinita. Evitare ogni forma di spreco è un nostro dovere e ognuno di noi dovrebbe capire come risparmiare acqua per trasformare le abitudini dannose in comportamenti virtuosi.

Non ti basta come motivazione? Ebbene, non è l’unica!

Il consumo di acqua in casa si paga, quindi, per ridurre la bolletta e abbassare la spesa annua complessiva è fondamentale fare un utilizzo corretto di questa risorsa. In questo articolo cercheremo di capire come non sprecare l’acqua e andremo a vedere come la tecnologia o specifici prodotti possono aiutarci per raggiungere questo obiettivo. Inoltre, ti indichiamo alcune semplicissime regole per risparmiare acqua.

Se l’argomento risparmio ti interessa, ti consigliamo di dare un’occhiata anche alle nostre guide su come risparmiare energia elettrica, come risparmiare sul riscaldamento e come risparmiare sul gas.

1. Chiudi i rubinetti ed utilizza quelli smart per non sprecare acqua

Il consiglio con cui vogliamo iniziare per spiegarti come risparmiare acqua dovrebbe portarti a riflettere sulle tue abitudini quotidiane per chiederti: “di solito, quando apro il rubinetto lascio scorrere acqua inutilmente anche quando non mi serve?” (Ad esempio, quando lavi i denti, il viso o ti radi).

Per ridurre il consumo di acqua, potresti considerare l’installazione di rubinetti a basso consumo idrico ma, per non pensarci davvero più, ti suggeriamo i rubinetti smart. Questi ultimi sono rubinetti automatici dotati di sensore che permettono la fuoriuscita dell’acqua solo nel momento in cui rilevano la presenza delle mani o di un oggetto.

Se un tempo eravamo soliti vedere i rubinetti smart solo nei bagni e nelle cucine di hotel e ristoranti, è bene sapere che il loro utilizzo si sta diffondendo anche nelle abitazioni dei privati (proprio come altre soluzioni smart home) anche grazie alla riduzione del prezzo d’acquisto e maggiore reperibilità. Infatti, mediamente non costano più dei rubinetti tradizionali.

Inoltre, qualora fossi disposto a rivoluzionare i sanitari e la rubinetteria devi sapere che è possibile ammortizzare la spesa dei vari interventi, richiedendo il bonus idrico (o bonus rubinetti o bonus bagno) messo a disposizione dal Ministero della Transizione Ecologica per supportare gli interventi che hanno l’obiettivo di ridurre lo spreco d’acqua.

rubinetto smart per risparmiare acqua

2. Usa la doccia e non la vasca per un vero risparmio d’acqua

Preferire la doccia alla vasca da bagno è un ottimo modo per risparmiare acqua. Sapevi che, per riempire una vasca di dimensioni standard, serve almeno il triplo dell’acqua – se non il quadruplo o più – che si consuma per fare una doccia?

Qualora volessi ammodernare il tuo bagno, puoi vedere se ti spetta e richiedere il bonus ristrutturazione grazie al puoi puoi ottenere una detrazione IRPEF del 50% del totale dei costi sostenuti per l’intervento edilizio.

Inoltre, sempre parlando dei modi per risparmiare acqua, ci sentiamo anche di consigliare di non fare docce troppo lunghe e, se possibile, di ridurre al minimo il getto d’acqua oltre che di chiudere del tutto il rubinetto mentre ti insaponi.

3. Ripara le perdite per consumare meno acqua

Mentre cerchi di capire come risparmiare acqua in casa (facendo del bene sia al Pianeta che al portafogli), non rimandare le cose più semplici come il controllo di rubinetti, scarichi e raccordi. Individuare tempestivamente e mettere fine a piccole – ma continue – perdite è importante per ridurre il consumo e lo spreco d’acqua.

Inoltre, se vuoi misurare con precisione il consumo d’acqua della tua abitazione (e, di conseguenza, rilevare più facilmente la presenza di perdite), puoi valutare l’installazione di un contatore acqua smart (smart meter).

4. Scegli elettrodomestici con etichetta energetica A

Suggerirti di sostituire gli apparecchi più datati per acquistare nuovi elettrodomestici con etichetta energetica A è un consiglio forte, ce ne rendiamo conto, ma non lo possiamo evitare perché c’è un motivo che va ben oltre il piacere di utilizzare gli ultimi modelli in vendita.

Prova a pensare ai dipositivi che usi durante le tue faccende domestiche: sicuramente hai una lavatrice o lavasciuga e una lavastoviglie. Questi prodotti (ma non solo) nella loro versione moderna sono progettati per:

  • consumare meno corrente;
  • consumare meno acqua;
  • lavare e igienizzare anche a bassa temperatura;
  • regolare la quantità di acqua in base al carico.
utilizzare lavastoviglie per non sprecare acqua

Inoltre l’utilizzo della lavastoviglie è sempre preferibile rispetto al lavaggio a mano, dato che permette di un risparmio dell’acqua considerevole, soprattutto se si ha l’abitudine di lasciar scorrere l’acqua anche quando non serve.

Di seguito trovi i prodotti più venduti al momento su amazon con etichetta energetica A:

5. Utilizza gli elettrodomestici in modo intelligente per risparmiare sulla bolletta dell’acqua

Per risparmiare acqua, tieni sempre presente che dovresti usare gli elettrodomestici come lavatrici e lavastovigle in modo intelligente. Ciò significa che dovresti sempre metterli in funzione a pieno carico (e dunque solo una volta realmente pieni), utilizzare il programma “eco” se presente ed effettuare una regolare manutenzione per ottenere la massima efficienza dell’apparecchio.

6. L’acqua è un bene prezioso: riutilizzala quando puoi

Può sembrare strano come consiglio ma riutilizzare l’acqua è un’ottima abitudine per ridurre gli sprechi in casa. E quale acqua riutilizzare e come? Gli elettrodomestici più utili in questo senso sono, senza dubbio, i condizionatori e i deumidificatori.

Essi, infatti, durante il loro utilizzo producono acqua da condensa senza calcare che una volta raccolta può essere utilizzata nel ferro da stiro (al posto dell’acqua distillata che si compra al supermercato) e per lavare i pavimenti, a mano o utilizzando la scopa a vapore ad esempio.

Con un altro consiglio per ridurre lo spreco, ti suggeriamo di raccogliere l’acqua che usi per lavare le verdure all’interno di una bacinella e di riutilizzarla per innaffiare le piante.

7. Installa uno scarico del WC a doppia pulsantiera

Non sappiamo darne una spiegazione ma normalmente si presta poca attenzione allo spreco d’acqua causato dallo scarico del WC.

Per questo, ti suggeriamo di prestare attenzione anche a questo aspetto e di valutare l’installazione di uno scarico del water con cassetta a doppia pulsantiera in modo da poter utilizzare solo il quantitativo d’acqua che ti serve (scegliendo tra una capacità standard di 6 o di 12 litri).

8. “Giardino domotico” per risparmiare acqua outdoor

Tutti coloro che godono del privilegio di avere un ampio terrazzo o un bel giardino con un orto, i fiori e le piante sanno bene quanto sia importante irrigare con regolarità, nel momento giusto della giornata ed erogando la giusta quantità d’acqua (è fondamentale adattare durata, frequenza e quantità d’acqua in base alla tipologia di vegetazione).

A tal fine, sia per ridurre le spreco d’acqua sia per rendere più semplici queste attività, la tecnologia è un validissimo aiuto (si para addirittura di giardini domotici) ed esistono diverse tipologie di dispositivi.

utilizzare centraline di irrigazione wifi per il risparmio acqua

Per quanto riguarda i dispositivi smart da giardino che contribuiscono al risparmio idrico e al risparmio in bolletta, si va dal temporizzatore per il consumo acqua da installare su irrigatori e rubinetti esterni a veri e propri sistemi di irrigazione con centraline Wi-Fi attraverso le quali puoi programmare e gestire l’impianto da remoto.

Serena Zorzi

Copywriter di professione, ho iniziato ad appassionarmi di tecnologia nel momento in cui ho capito che mi può semplificare la vita. Due cose che amo? I gatti e viaggiare.

Smartdomotica
Logo