Come collegare Alexa alle luci: tutorial step-by-step

In questa guida ti mostreremo come collegare Alexa alle luci di casa, e non solo. Vedremo infatti come configurare l’accensione e lo spegnimento delle lampadine smart con i comandi vocali di Alexa e come creare routine automatiche (e non) per gestire più luci contemporaneamente.

E se le tue luci di casa non sono smart? Niente paura, alla fine di questa guida ti mostreremo alcuni dispositivi semplici ed economici per rendere smart l’illuminazione di casa.

Se non hai ancora un dispositivo Alexa, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida-confronto degli Amazon Echo.

Come collegare Alexa alle luci di casa

In questa guida step by step ti mostreremo come configurare Alexa per gestire con i comandi vocali le luci compatibili con l’assistente Amazon.

Vedremo insieme come collegare le luci ad Alexa, come personalizzare i comandi vocali con la creazione delle routine e come rendere automatiche le luci al verificarsi di determinate condizioni.

1. Installa le lampadine smart seguendo le indicazioni del produttore

Come prima cosa procedi all’installazione delle lampadine smart. In questa prima fase non dovrai ancora utilizzare l’app Alexa, infatti i sistemi smart di illuminazione hanno sempre un’app proprietaria per la configurazione.

Per completare questo passaggio dovrai quindi seguire le indicazioni del produttore. Solitamente le app dei sistemi smart hanno il tutorial per la configurazione guidata, ma se desideri vedere un esempio prova a dare un’occhiata al nostro articolo dedicato al sistema di illuminazione smart Philips Hue.

Al termine della configurazione guidata delle lampadine/lampade smart verifica che queste funzionino correttamente utilizzando l’app proprietaria per testare accensione, spegnimento ed eventuali funzionalità come dimmerazione o gestione colori. In questo modo quando passerai a collegare Alexa alla luci sarà più semplice identificare eventuali problemi di connessione.

2. Rinomina le luci smart nell’app del produttore

Per gestire in maniera semplice le tue luci con Alexa ti ricordiamo di rinominare le lampade/lampadine in modo tale da ricordarti facilmente i nomi per quando dovrai utilizzare i comandi vocali.

Ti sarà sufficiente rinominare le lampadine nell’app del produttore, Alexa rileverà automaticamente le lampadine utilizzando il nuovo nome personalizzato.

3. Apri l’app Amazon Alexa e entra nella gestione dispositivi

A questo punto avrai già installato e configurato le tue lampadine smart utilizzando l’app del produttore. In questo passaggio entreremo quindi nel vivo del come collegare Alexa alle luci di casa.

Apri l’app Amazon Alexa e entra nella gestione dispositivi selezionando la voce corrispondente del menù situato in basso nella schermata iniziale.

schermata iniziale Alexa

3. Collega le luci ad Alexa aggiungendo le luci alla lista dispositivi

Ora che ti trovi nella sezione dispositivi dell’app Alexa, puoi iniziare la procedura guidata per aggiungere un nuovo dispositivo cliccando sul simbolo + che troverai in alto a destra, quindi seleziona “aggiungi dispositivo”.

aggiungere dispositivi Alexa
aggiungere nuovo dispositivo Alexa

Dovrai ora indicare ad Alexa il tipo di dispositivo che desideri configurare. Nel nostro caso desideriamo collegare Alexa alle luci quindi clicca su “Lampada”. Il configuratore ti chiederà di indicare la marca della luce che stai collegando, per il nostro esempio simuleremo che si tratti di una lampada Ikea.

selezionare tipo dispositivo Alexa
selezionare marca dispositivo Alexa

Comparirà una schermata che ti ricorderà di scaricare e installare l’app del produttore (in questo caso Ikea).

Se hai seguito tutti gli step di questa guida, hai già provveduto a completare questa operazione al punto 1, quindi sei pronto per cliccare su “trova dispositivi“. Una schermata loader comparirà fino al termine del processo di pairing.

trovare dispositivi esempio Ikea
messaggio loader Alexa

Terminato il processo di pairing, l’app ti avviserà con un messaggio di successo dell’avvenuto abbinamento del dispositivo. Ora puoi finalmente gestire la tua lampada con i comandi vocali di Alexa.

configurazione dispositivo completata

Routine e gruppi: collegare Alexa alle luci in maniera ottimale

Ora che le tue luci di casa sono collegate ad Alexa puoi gestire ogni singola lampada con i comandi vocali.

Ma non preferiresti poter dire ad esempio “Alexa accendi la luce” e vedere tutte le luci di casa accendersi contemporaneamente oppure dire “Alexa accendi luci salotto” per accendere tutte le luci del salotto?

O ancora, programmare che tutte le luci si spengano ad una determinata ora, o magari che le luci in giardino si accendano se viene attivata l’apertura del cancello smart?

Alexa ci permette di raggruppare più dispositivi per creare stanze e programmare semplici regole per l’interazione con i dispositivi: si chiamano gruppi e routine e vedremo insieme nel prossimo paragrafo come si configurano step by step.

Come collegare Alexa alle luci di casa: creazione dei gruppi (stanze)

Dalla schermata dispositivi seleziona nuovamente il simbolo + in alto a destra, quindi clicca su “Aggiungi gruppo“. Comparirà una schermata dedicata alla creazione dei gruppi dove dovrai dire ad Alexa che desideri creare una stanza o un gruppo di dispositivi.

creare gruppo lampade Alexa

A questo punto puoi dare un nome alla tua stanza (gruppo) scegliendo tra i nomi comuni proposti dall’app Alexa oppure inserendo un nome personalizzato scorrendo fino alla fine della lista nomi proposti.

creare nome stanza Alexa

Una volta creato il nome della stanza, Alexa ti mostrerà la lista dei dispositivi disponibili. Semplicemente non dovrai fare altro che selezionare le luci della stanza che stai configurando e il gioco è fatto.

selezionare dispositivi stanza

Complimenti, hai configurato la tua prima stanza! D’ora in poi potrai gestire con i comandi vocali di Alexa le luci della stanza appena creata semplicemente dicendo ad esempio “Alexa, accendi luci camera da letto” o pronunciare il nome della stanza appena creata.

Come collegare Alexa alle luci: configurare le routine

Una delle funzionalità più interessanti e utili di Amazon Alexa è la possibilità di creare delle routine.

Le routine sono programmazioni semplici che al verificarsi di un determinato evento attivano un’azione, ad esempio quando dici “Alexa buonanotte” (evento) si spengono tutte le luci di casa (azione).

Per configurare una nuova routine devi entrare nella sezione dedicata all’interno del menù “altro”, quindi selezionare “routine” dall’elenco e fare click sul simbolo + in alto a destra.

configurare routine luci Alexa
nuova routine luci

A questo punto entrerai nel vero e proprio pannello di programmazione della tua nuova routine. Come prima cosa dovrai dargli un nome per poterla identificare facilmente nella lista delle routine create.

inserire nome routine

Creare una nuova routine con Amazon Alexa

Nel nostro esempio chiederemo ad Alexa di spegnere la lampada Tradfri alle 19:00 di ogni giorno della settimana. Abbiamo quindi dato il nome “Spegni alle 19” alla nostra routine. Ora andremo a definire la condizione, ovvero tutti i giorni alle 19:00 e l’azione che sarà spegni dispositivo. Per eseguire un’azione a un determinato orario dovremo selezionare “Programma”.

aggiungere condizione routine Alexa
opzioni condizioni routine Alexa

Routine di Alexa per le luci (e non solo): quali condizioni scegliere?

Come hai potuto facilmente notare nell’ultimo screenshot, le condizioni che Alexa ci mette a disposizione sono 5:

  • Voce: permette di programmare una frase personalizzata per attivare una determinata azione; Ad esempio potresti dire “Alexa, è pronta la cena” per accendere le luci nella zona pranzo di casa.
  • Programma: questa opzione ti consentirà di programmare l’azione a un determinato orario del giorno nonché scegliere in quali giorni dovrà attivarsi. Utile ad esempio per spegnere le luci nella camera dei bambini all’ora della nanna in maniera automatica.
  • Casa intelligente: in questo caso potremo dire ad Alexa di eseguire un’azione quando attiviamo un dispositivo intelligente. Ad esempio potresti far dire ad Alexa “bentornato a casa” quando accendi le luci di ingresso di casa.
  • Sveglia: come dice il nome stesso, con questa routine potrai trasformare Alexa in una sveglia e, per esempio, chiederle di riprodurre una playlist o leggerti le previsioni del tempo.
  • Rilevamento suoni: scegliendo questa condizione Alexa rileverà automaticamente suoni come il cane che abbaia, il bimbo che piange, una persona che russa o un colpo di tosse. Al verificarsi di uno di questi suoni attiva un’azione: ad esempio se il bambino piange accende una luce di cortesia.

Configurare l’azione da eseguire nella routine

Ora che hai dato un nome alla routine e definito quando deve attivarsi non resta che dire ad Alexa cosa vuoi che faccia.

Selezioneremo quindi l’azione desiderata dall’elenco delle azioni disponibili (sono davvero moltissime), nel nostro esempio faremo spegnere la lampada Tradfri alle 19 quindi il destinatario della nostra azione sarà un dispositivo casa intelligente di tipo “lampadine”.

selezionare azione routine Alexa
selezionare azione tipo lampadine

Non ci resta che scegliere la lampadina che desideriamo spegnere dalla lista e dire ad Alexa che l’azione da eseguire sarà appunto lo spegnimento.

selezionare lampada per routine
programmare spegnimento lampadina

Finalmente la tua routine è completa, ti sarà sufficiente salvarla dopo aver ricontrollato i settaggi dalla schermata di riepilogo.

Come collegare Alexa alle luci di casa utilizzando dispositivi smart (no lampadine)

Per rendere smart l’illuminazione di casa esistono differenti soluzioni alternative all’acquisto di lampadine intelligenti.

Puoi collegare Alexa alle luci di casa, infatti, utilizzando dispositivi come ad esempio interruttori smart, smart switches e portalampade wireless. La configurazione di questi dispositivi sull’app Alexa è identica a quella delle lampadine smart che abbiamo approfondito in questa guida.

I vantaggi di collegare le luci ad Alexa utilizzando questi dispositivi sono principalmente 2 e li analizzeremo insieme per capire se rappresentano una buona soluzione per le tue esigenze.

Le lampadine smart hanno un ciclo di vita più breve degli interruttori intelligenti

Per quanto l’introduzione delle tecnologie di illuminazione basate sui LED abbia allungato di parecchio la vita utile delle nostre lampadine, queste non saranno eterne. Si stima infatti che la vita media di una lampadina led è di circa 3,5 anni, durata che può diminuire drasticamente se i cicli di accensione e spegnimento sono frequenti.

Un interruttore intelligente, uno switch smart o un portalampada wireless hanno un decadimento per obsolescenza più lento, che potrebbe coprire diversi cicli di vita di una lampadina e quindi semplificare la manutenzione periodica dedicata alle luci di casa.

Il mercato delle lampadine smart offre poca scelta di forme e design

In molti casi la lampadina è parte integrante del design di una lampada. Pensiamo alle lampadine a goccia o le lampadine globo, una bella lampada di design se abbinata a una brutta lampadina perde molto del suo senso estetico.

Questo è il motivo per cui molti produttori di lampade di design hanno integrato le funzionalità smart nell’elettronica della lampada, lasciando quindi il consumatore libero di acquistare lampadine senza funzioni intelligenti.

Interruttori smart per collegare Alexa alle luci di casa

Gli interruttori da parete intelligenti si installano in sostituzione degli interruttori classici e si collegano alla rete elettrica di casa seguendo i collegamenti elettrici standard (Linea – Neutro – Terra).

Non necessitano di modifiche all’impianto elettrico di casa e esistono molti modelli in commercio con funzione dimmer oltre alla classica on-off.

I principali produttori sono PFS, Meross, Sonoff, Maxcio e MoesGo per la fascia economica e bTicino, Gewiss e Vimar per la fascia medio-alta.

La differenza principale tra gli interruttori di casa di fascia economica e quelli di fascia medio-alta è il protocollo di trasmissione. Gli interruttori economici sono WiFi mentre quelli di fascia medio-alta utilizzano principalmente il protocollo ZigBee con funzioni mesh.

Se ti stai domandando come collegare Alexa alle luci di casa e hai appena acquistato un immobile nuovo oppure stai ristrutturando casa, dotare casa di interruttori smart potrebbe essere la risposta migliore alle tue esigenze domotiche.

Collegare le luci di casa ad Alexa utilizzando gli smart switches

Uno switch smart è una soluzione un pò più da “smanettoni” ma non per questo meno prestazionale.

Più economici degli interruttori smart, sono dei veri e propri componenti elettronici che si installano interrompendo la linea di corrente inserendo un interruttore wireless comandabile da remoto.

Il più noto produttore di smart switches è Sonoff, che vanta una gamma di componenti per la domotica smart wi-fi davvero notevole. Recentemente anche Meross, MoesGo e LoraTap si sono avvicinati a questo mondo.

Se hai dimestichezza con i collegamenti elettrici e non ti spaventa fare qualche lavoretto da elettricista in casa, potresti risparmiare davvero molto utilizzando questi dispositivi per collegare Alexa alle luci di casa.

Come collegare Alexa alle luci di casa con i portalampada WiFi

Una valida soluzione alternativa all’acquisto di lampadine smart è l’utilizzo dei portalampada intelligenti.

L’installazione è davvero semplice, ti basterà avvitare il portalampada smart alla lampada che desideri collegare ad Alexa e successivamente avvitare ad esso la lampadina.

Il mercato offre principalmente portalampada wireless con protocollo WiFi e i produttori principali sono i soliti del mercato della domotica low cost: Sonoff, LoraTap, AICase e moltissimi altri produttori cinesi.

L’attacco più diffuso è l’E27, i costi variano dai 15 ai 25 euro per singolo portalampada, sono una buona soluzione e fanno quello per cui sono progettati ma al momento il prezzo poco concorrenziale ci spinge a consigliarti di optare direttamente per le lampadine smart anziché utilizzare questi dispositivi.

Cristina Ligorio

Appassionata di tecnologia e viaggi, SEO specialist per professione. Ho un carattere calmo, pragmatico e ottimista... ma non fatevi ingannare dalle apparenze, sono un’avventuriera nata! La mia ultima avventura? Diventare nomade digitale e lavorare in giro per il mondo.

Smartdomotica
Logo