Come proteggere la tua smart home: 6 importanti consigli

Abitare in una smart home sembra sempre meraviglioso fintanto che non si inizia a pensare a tutti i problemi di sicurezza che potrebbero presentarsi.

Le telecamere di sicurezza possono essere utilizzate contro di noi per spiarci, i microfoni degli smart speaker possono diventare orecchie altrui e, a volte, a causa di un errore di progettazione in un dispositivo, c’è il rischio di vedere la propria rete compromessa.

Questi sono soltanto alcuni dei casi in cui è importante iniziare a pensare a come migliorare il proprio livello di protezione: dal ripensare alla struttura della rete a usufruire di servizi come una VPN gratis.

Usare una smart home senza avere il terrore significa approcciarsi alla cosa con in mente la sicurezza dell’infrastruttura. Vediamo insieme quali sono le migliori cose da fare per mettere al sicuro la propria casa intelligente.

Di quali dispositivi connessi hai realmente bisogno in casa?

Per avere una smart home sicura c’è bisogno di una sola cosa: equilibrio.

Ogni dispositivo presente in casa è un potenziale punto debole che un malintenzionato può sfruttare. Se abbiamo paura di far conoscere le nostre abitudini a qualcuno ed è improbabile che che qualcuno entri in casa, evitiamo di acquistare una telecamera; se, per assurdo, abbiamo paura che qualcuno possa chiuderci fuori o entrare a piacimento nella nostra abitazione, evitiamo di acquistare una porta con smart lock.

È necessario stare attenti ad acquistare dispositivi in grado di fare realmente la differenza nella nostra quotidianità, in modo da semplificare poi il processo di messa in sicurezza della rete.

Una rete in sicurezza

Una smart home senza una rete è soltanto una casa piena di elettrodomestici e strumenti molto costosi. Per questo motivo diventa di fondamentale importanza proteggere il proprio network domestico attraverso tutti gli strumenti del caso.

È di estrema importanza far operare la rete domestica e la rete dei dispositivi smart su due network differenti che si appoggiano alla stessa connessione, in modo da evitare attacchi in grado di passare dal frigorifero al computer (per voler fare un esempio). Recentemente sono comparsi anche in commercio dispositivi realizzati specificatamente per migliorare il livello di sicurezza dei dispositivi IoT connessi, per tutti gli utenti che non si reputano degli smanettoni e che non hanno intenzione di passare a una VPN Gratis.

Aggiornare l’aggiornabile

Ogni dispositivo, nel corso della sua vita, prima o poi si rivela essere vulnerabile a qualcosa. Per questo specifico motivo è indispensabile aggiornare i firmware attraverso patch e aggiornamenti che vengono rilasciati con cadenza semi-regolare dalle varie aziende. Senza aggiornamenti si rischia di lasciare le vecchie vulnerabilità non risolte dei dispositivi alle grinfie degli hacker, mettendo di fatto in pericolo la sicurezza della propria rete.

L’importanza di avere una password robusta

L’accesso a rete e dispositivi è, di norma, sottoposto a un attento esame: quello di username e password. Come suggerito nella nostra guida su come proteggere la rete WiFi, soprattutto nel caso dei router/modem è importante modificare entrambi, così da rendere difficoltoso per l’hacker la scoperta del modello di dispositivo.

Cambiare la password del modem/router è un passo fondamentale per proteggere la propria smart home

Quando, invece, parliamo di account dei vari servizi, è importante utilizzare solo e soltanto password “robuste”. In questi casi parliamo di password con almeno otto caratteri, con maiuscole, minuscole, numeri e simboli speciali per complicare ancor di più la faccenda a chi pratica attacchi brute force.

Proteggere le comunicazioni tra dispositivi attraverso una VPN gratis

I dispositivi di una smart home comunicano tra di loro in maniera incessante attraverso la rete domestica. Per questo motivo usando una VPN Gratis sarà possibile schermare da occhi indiscreti questo genere di comunicazioni tra dispositivi.

Una VPN gratis, attraverso i protocolli di tunneling e gli algoritmi di cifratura, è in grado di rendere illeggibile a occhi indiscreti ciò che i vari dispositivi si dicono, andando a rendere ancor più sicura la rete. Come si evince dal nome, la natura gratuita della VPN Gratis rende tale strumento perfetto per chi vuole più sicurezza informatica mantenendo basso il costo.

Usare l’autenticazione a due fattori

Lo strumento più forte in assoluto quando si parla di protezione di singoli account è quello dell’autenticazione a due fattori. Questa non è altro che un particolare tipo di login che richiede tre informazioni per poter essere eseguito: username, password e codice d’accesso.

Quest’ultimo viene generato di volta in volta su di un dispositivo scelto dall’utente, costringendo il malvivente a prendere il controllo di due dispositivi per poter effettuare l’accesso a un servizio.

La procedura per attivare l’autenticazione a due fattori è diversa in base al servizio che si vuole proteggere, ma con il passare del tempo sempre più servizi stanno permettendo ai loro utenti di attivare l’autenticazione a due fattori.

Angelica Filomena

Amante della natura, viaggiatrice non-stop e delfino curioso :) Adoro provare nuovi prodotti e amo la tecnologia e tutto ciò che è in grado di cambiare la vita...in meglio!

Smartdomotica
Logo