iotty: recensione dell’interruttore smart dal design Made in Italy

iotty: recensione dell’interruttore smart dal design Made in Italy
8 Voto
  • Ottima gamma di funzionalità e automazioni e alto livello tecnologico
  • Design Made in Italy ricercato ed elegante 
  • Ampia compatibilità (scatola 503)
  • Supporta Alexa, Google Assistant, IFTTT e SmartThings 

In questa recensione ci occupiamo dell’interruttore smart iotty (smart switch). L’azienda, italiana al 100% e con il nome deriva dall’inglese IoT (Internet of Things), ha debuttato sul mercato l’anno scorso, dopo il successo ottenuto negli USA, con un prodotto dalle linee sofisticate ed eleganti. Ed è proprio sul design e sul concetto di Made in Italy che il brand ha puntato sin dall’inizio, facendone un tratto distintivo.

All’IFA 2019 (ne avevamo parlato qui), iotty ha poi presentato altri prodotti per la smart home come l’interruttore per tapparelle e la presa intelligente. Qui, ci concentriamo sullo smart switch a tre relè, il modello i3, raccontando la nostra esperienza. 

 

Recensione interruttore iotty

8 Voto
Un interruttuore intelligente, elegante e ricco di automazioni

iotty è un interruttore Made in Italy dall'innegabile qualità costruttiva e dal design ricercato. Efficace e rapido (se la connessione lo permette), può anche essere utilizzato come pulsante o deviatore e offre una buona gamma di funzioni e automazioni.

Design
9
Funzionalità
9
Prestazioni
8
App
7
Rapporto qualità/prezzo
7.5
PRO
  • Ottima gamma di funzionalità e automazioni e alto livello tecnologico
  • Design Made in Italy ricercato ed elegante 
  • Ampia compatibilità (scatola 503)
  • Supporta Alexa, Google Assistant, IFTTT e SmartThings 
CONTRO
  • Prezzo 
  • Sconsigliato se si intende utilizzare/acquistare una sola placca 
Voto utenti: Dai il tuo voto a questo prodotto!
Ritorna al menu ↑

Caratteristiche 

  • Dimensioni: 125 x 85 x 9 mm
  • Compatibilità: scatola standard 503 (anche disponibile scatola standard 502 su richiesta). Compatibile con qualsiasi lampadina (incandescente, fluorescente, LED) con un carico di massimo 5A; qualsiasi altro carico resistivo di massimo 5A; carico minimo di 3W
  • Numero di relè:
  • Connessione: Wi-Fi 802.11 b/g/n/e/i, Wi-Fi direct (P2P); solo banda 2,4 GHz
  • Corrente in entrata: 230 Vac
  • Frequenza: 50 Hz
  • Corrente: Max 5A per output
  • Consumo in stand-by: <0.5W
  • Temperatura di funzionamento: 0°C ÷ +40°C
  • Filo necessario: Neutro
Ritorna al menu ↑

Unboxing

Nella confezione troviamo: 

  • 1 interruttore Iotty (interruttore + placca touch)
  • Viti per il fissaggio
  • Manuale di istruzioni e garanzia (2 anni)

iotty smart switch

Ritorna al menu ↑

Smart switch iotty: cos’è, come funziona e a cosa serve

Lo smart switch iotty è un interruttore WiFi touch che, installato a muro al posto della vecchia placca, permette di controllare le luci e domotizzarle, rendendo la gestione immediata, comoda e ottimizzata in base alle reali esigenze. Dunque, non è necessario munirsi di lampadine intelligenti, ma sarà l’interruttore a renderle smart. 

Con questo prodotto versatile, infatti, sarà possibile programmare e gestire il proprio sistema di illuminazione da remoto, tramite i dispositivi mobili come smartphone, tablet o PC, o con la voce, grazie all’integrazione con sistemi smart home basati su assistenti vocali come Alexa e Google Assistant.

iotty interruttore funzionalità

In realtà, non è un solo interruttore ma ne comprende 3 indipendenti e, trattandosi di switch, può essere anche utilizzato per controllare altri dispositivi normalmente gestiti da un interruttore o pulsante on/off (cancelli, portoni, ecc.). Non solo, iotty può anche essere utilizzato come deviatore, anche virtuale (via WiFi), per controllare altri interruttori iotty senza la necessità di un sistema cablato come negli impianti tradizionali. 

Il funzionamento non richiede alcun hub o centralina dato che utilizza come protocollo di comunicazione il WiFi. Basta quindi installare l’interruttore (fase e neutro) e configurarlo collegandolo alla propria rete internet di casa.

A questo punto, il controllo delle luci, come già detto, potrà avvenire oltre che in maniera tradizionale (grazie ai pulsanti touch i cui comandi sono configurabili singolarmente) anche in forma remota o vocale. Naturalmente, è possibile anche un controllo fisico e tradizionale del sistema di illuminazione, dunque non c’è alcuna interruzione del servizio anche in caso di assenza di WiFi o problemi con la rete domestica. 

Il vantaggio, come spesso accade per questo tipo di prodotti smart (vedi i termostati WiFi) è la possibilità di automatizzare il funzionamento delle proprie luci in maniera tale da ottimizzare il risparmio in bolletta.

iotty design

La programmazione può avvenire per fasce orarie o in base ad altre circostanze (geolocalizzazione, meteo, alba e tramonto, ecc.). Non solo, si possono monitorare i consumi, così come creare degli scenari predefiniti che permettano di controllare l’intera illuminazione con un solo comando. 

Ritorna al menu ↑

Design

Come già scritto, lo switch iotty fa del design il suo punto di forza. Si presenta come una placca touch in vetro dal design minimal ed elegante, spessa solo 9mm e disponibile nei colori nero, bianco, azzurro, sabbia, grigio. Contrariamente a ciò che si può pensare, la placca non trattiene particolarmente le impronte. 

iotty interruttore wifi

Le dimensioni sono superiori a quelle di una placca tradizionale ma comunque non ingombranti (85 x 125mm).

Sul retro troviamo la scatoletta elettronica con i relè, mentre nella parte anteriore abbiamo il pannello touch con i due pulsanti Reset e Access Point.

iotty come funziona

A questa, si apporrà poi la “cover” in vetro con i 3 tasti touch. Questi tasti sono attivabili e configurabili dall’app. In confezione troviamo due adesivi da apporre sui tasti del pannello touch (sotto la placca), nel caso non volessimo usarli e quindi per nascondere la retroilluminazione. 

L’interruttore è infatti dotato di retroilluminazione bianca (troviamo invece un cerchio blu in corrispondenza dei tasti), che può essere molto utile sia per individuare facilmente la placca ed i pulsanti che per illuminare leggermente determinate aree della casa di notte. Ovviamente nell’app si può stabilire se abilitare la luce o no, quando e regolare l’intensità. 

Ritorna al menu ↑

Installazione 

Per l’installazione, basterà a sostituire il vecchio interruttore (è necessario il filo neutro, non presente negli impianti datati): iotty è compatibile con qualsiasi tipo di lampadina. In aggiunta, è possibile collegare un carico e gestirlo da più punti. 

Naturalmente, data la tipologia di prodotto, è essenziale avere un minimo di dimestichezza con il fai da te e con gli impianti elettrici.

come installare iotty

Il consiglio è sempre di rivolgersi ad un tecnico, anche e soprattutto per una questione di sicurezza. A tal proposito, iotty mette a disposizione un servizio di installazione a pagamento, il cui prezzo varia in base al numero di placche da installare e che comprende anche la configurazione del sistema.

L’interruttore è compatibile con qualsiasi scatola standard 503, dunque quella più comune in Italia (anche se sono disponibili su richiesta modelli compatibili con la la scatola 502).

iotty interruttore opinioni

Ritorna al menu ↑

App iotty e funzionalità

Una volta collegato l’interruttore alla corrente, per la configurazione è necessario scaricare l’app iotty (iOS o Android) e creare un account. Nell’app è poi possibile aggiungere i vari dispositivi, cliccando sul simbolo + in basso a destra. Una volta trovato il dispositivo, basta seguire i passaggi ed inserire le credenziali del proprio WiFi domestico (solo rete a 2,4 GHz). 

L’app si presenta nel complesso intuitiva, anche se è stato riscontrato qualche lag/problema di tanto in tanto. Qui è possibile controllare singolarmente ogni interruttore, creare degli scenari e gestire le automazioni.

Gli interruttori ed i vari dispositivi (prese ed interruttori per tapparelle) possono essere organizzati per stanze, in maniera tale da poterle controllare in maniera integrata e all’interno delle scene ed automazioni.

iotty app automazioni

Per ogni placca si può configurare il nome, la sensibilità del touch, la retroilluminazione e la sua intensità ed il costo dell’energia, in maniera tale da accedere alle statistiche dei consumi, consultando quante volte un tasto è stato usato, la cronologia, ecc.

Nelle impostazioni del dispositivo è inoltre possibile scegliere se utilizzarlo semplicemente come interruttore, come pulsante (per cancelli, porte automatiche e relé esterni) o come deviatore/invertitore (per controllare altri punti iotty e rendere possibili azioni in posizioni dove prima non erano possibili).

Nel caso degli scenari, è possibile controllare più dispositivi ed eseguire più comandi con un solo tocco. Si può infatti scegliere di far corrispondere determinate impostazioni ad uno specifico contesto (per esempio: “lettura”, “film”), creando setting da richiamare in maniera immediata all’occorrenza (funzionalità molto utile se associata al controllo vocale). 

Le automazioni, invece, come la stessa parola suggerisce, si utilizzano per far accadere qualcosa in maniera automatica come, per esempio, controllare le luci in base al tramonto/alba, ai cambiamenti del meteo, ecc. Non manca, inoltre, la possibilità di gestione in base alla posizione dell’utente (utilizzando il GPS dello smartphone). Ovviamente, si possono ricevere notifiche ad ogni avvenuta automazione. 

app iotty

Allo stesso modo, è possibile programmare l’interruttore per fasce orarie o in base all’attività degli altri interruttori (risposta ad evento). Per esempio, possiamo stabilire di accendere le luci del soggiorno se quelle della cucina sono accese. 

Interessante la Modalità Vacanzache permette di accendere le luci in maniera casuale per simulare la presenza di qualcuno in casa. 

La risposta dell’interruttore, sia fisica (touch) che virtuale è fluida ed immediata e le prestazioni impeccabili. Una volta azionato il pulsante avremo un breve feedback sonoro e luminoso. Inutile specificare che per il corretto funzionamento, è necessaria una connessione stabile e veloce.

Ritorna al menu ↑

Controllo vocale ed ecosistemi smart

Una caratteristica ormai imprescindibile per un interruttore WiFi e, più generalmente, per un dispositivo intelligente è la compatibilità con gli ecosistemi smart home più importanti e con gli assistenti vocali. Grazie a questi, infatti, è possibile gestire con la voce le proprie luci. 

Lo smart switch iotty è compatibile con Alexa e gli smart speaker Echo e con Google Assistant e gli altoparlanti Google Nest. Sui dispositivi iOS supporta inoltre le Siri Shortcuts. Non solo, può anche essere utilizzato all’interno delle ricette IFTTT e supporta SmartThings. Purtroppo non prevede l’integrazione con Home Assistant, Apple HomeKit e Homey. 

Ritorna al menu ↑

Prezzo

L’interruttore iotty ha un prezzo di listino di 79,90€, un prezzo elevato soprattutto rispetto agli standard del mercato, popolato da diversi interruttori e relè WiFi low-cost come Sonoff, Zemismart, ecc.

C’è però da dire, che in questo caso, il prezzo è giustificato dall’estetica ricercata, dalla qualità dei materiali e dall’avanzata componente tecnologica. iotty non è consigliato per chi cerca un interruttore puramente pratico dal punto di vista del controllo intelligente ma anche, e soprattuto, per chi cerca un elemento di design, in grado di dialogare in maniera integrata con il resto dei dispositivi del brand.

Ritorna al menu ↑

Recensione interruttore iotty: in sintesi

Lo switch iotty è ideale per chi cerca un interruttore smart tecnologicamente avanzato, ricco di funzionalità e compatibile con i maggiori assistenti vocali, ma con un occhio di riguardo al design e alla qualità costruttiva.

Non è solo un interruttore ma può essere utilizzato sia come pulsante per cancelli e porte sia come deviatore per controllare altri interruttori.

Nel complesso, lo consigliamo a chi desidera una soluzione che vada al di là dei gettonati prodotti low-cost e che intende, piuttosto, creare un sistema integrato di interruttori e approfittare delle automazioni. Infatti, per sfruttare al meglio tutte le potenzialità dello switch sarebbe meglio installare più di una placca.

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

COSA NE PENSI?

Lascia un commento