Spotify sta per lanciare il suo assistente vocale per auto

Voci riguardanti un possibile altoparlante per auto targato Spotify circolano già da diverso tempo, ma ora è ufficiale. La celebre piattaforma di Streaming sta per iniziare i test di Car Thing, un dispositivo dotato di assistente vocale, che si collegherà alla presa accendisigari, connettendosi sia all’auto che allo smartphone del proprietario. Come parte del test, alcuni utenti Spotify Premium riceveranno in omaggio il prodotto.

Car Thing presenterà uno schermo circolare, dove verranno mostrate le informazioni riguardanti il brano il riproduzione, oltre ad una serie di pulsanti fisici per accedere alle playlist personali. 

I test verranno condotti solo negli Stati Uniti ed in scala ridotta. Infatti, l’azienda sembra non avere troppa fretta per lanciare Car Thing, o forse non troppa intenzione di distribuirlo su larga scala. I piani di Spotify, almeno per il momento, sembrano altri. Car Thing, infatti, verrà utilizzato maggiormente per raccogliere dati su come gli utenti ascoltano musica in auto, in modo da poter migliorare ulteriormente il servizio. L’obiettivo dell’azienda rimane quello di essere la migliore piattaforma per lo streaming audio, non di certo trasformarsi in produttore di hardware.

Anche se l’intenzione è quella di non commercializzare globalmente il prodotto, Spotify fa davvero sul serio. Lo dimostra il fatto di aver già registrato, con tutta probabilità, i marchi Car Thing e Voice Thing (nome dell’assistente vocale), oltre che il nome Home Thing. Quest’ultimo sembrerebbe un chiaro indizio sul fatto che l’azienda americana stia lavorando anche ad uno smart speaker per la casa.

Spotify non è il solo grande nome dell’universo tech a puntare con decisione sull’auto intelligente e connessa. Per esempio, Amazon ha già lanciato il suo Echo Auto, che porta Alexa direttamente nell’automobile, e Google ha lanciato la modalità Driving per il suo Google Assistant. Stesso discorso per alcuni brand dell’automotive, che hanno sviluppato il proprio assistente vocale. Tuttavia, come anticipato in un recente articolo dedicato agli assistenti virtuali in auto, gli utenti non sono propensi ad una tale frammentazione degli assistenti vocali. Secondo lo studio, emerge che la maggior parte dei consumatori preferisce interagire con un solo assistente ed il fatto di poterlo trovare su diversi dispositivi è un fattore chiaramente di vantaggio.

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è smart, ma anche della natura. Divoro libri e viaggio appena posso.

DICCI COSA NE PENSI

Lascia un commento

Compara articoli
  • Total (0)
Compare
0