Cos’è uno smart speaker, a cosa serve e come funziona

In questo articolo, offriremo una panoramica su cos’è uno smart speaker, come funziona e perché dovresti averne bisogno. Gli smart speaker (o altoparlanti intelligenti) e assistenti vocali per la casa sono ormai diventati un tema hot nel campo della domotica. Non sorprende che, con la crescita del mercato della smart home, si senta sempre più parlare di questa rivoluzione. Si tratta di un vero e proprio un boom che, secondo Strategy Analytics, arriverà a toccare rapidamente i 15 milioni di unità vendute nel 2020.

[questo articolo è stato aggiornato ad Aprile 2019]

Smart speaker: un’introduzione

Al momento la sfida è tra alcuni dei più grandi colossi statunitensi, i cui prodotti dominano quasi interamente il mercato degli smart speaker per la casa. Amazon è stato il pioniere del mercato con il suo Amazon Echo e la sua Alexa, lanciati nel 2014. Nel 2016, è stata la volta di Google con Google Home e Google Assistant. Infine, Apple non poteva certo restare indietro e, nel 2018, ha tirato fuori HomePod, con al suo interno la veterana Siri. Le offerte di altre aziende, però, aumentano progressivamente. Il mercato italiano è stato inaugurato nel 2018, con l’uscita a marzo di Google Home e il lancio di Echo e altri dispositivi Alexa a fine ottobre. Ma cosa sono gli smart speaker? E a cosa servono?

Ritorna al menu ↑

Cos’è uno smart speaker e cos’è un assistente vocale

Qualcuno potrebbe ironicamente ricordare Pierce, il computer dell’ultracasa Simpson con la voce di Pierce Brosnan, innamorato di Marge e che cerca di uccidere il suo rivale in amore Homer…
Anche se la premessa non è delle migliori, Pierce è ciò che si avvicina di più a quello che oggi è definito assistente vocale per la casa. Per rimanere in tema cinematografico, Jeff Bezos, fondatore del colosso di Seattle, ha ammesso che il suo smart speaker Amazon Echo e l’assistente vocale contenuto al suo interno, Alexa, sono proprio ispirati al computer di Star Trek.

Un assistente vocale, come lo stesso nome suggerisce, è un vero e proprio aiutante digitale che risiede nei dispositivi smart. Si tratta di un software che, interpretando il linguaggio naturale, è in grado di dialogare con noi, fornendo informazioni o compiendo le operazioni richieste. Basati su cloud, questi ricevono aggiornamenti in maniera costante e migliorano di giorno in giorno. Possiamo per esempio chiedere “cerca su google cos’è un assistente vocale”. Basta pensare a Google Assistant o a Siri di Apple o Cortana di Microsoft, già presenti nella maggior parte dei nostri smartphone, tablet o PC. Al momento, come già detto, i maggiori assistenti virtuali sono Alexa e Google Assistant.

Uno smart speaker per la casa è essenzialmente un dispositivo connesso dotato, al suo interno, di intelligenza artificiale sotto forma di assistente vocale. Questo lo rende in grado di rispondere ai nostri comandi vocali controllando, in base agli elettrodomestici e sistemi collegati (luci, termostati, etc.), ciò che avviene in casa. In poche parole, facilita ed ottimizza le attività di tutti i giorni. Uno smart speaker, dunque, è smart grazie all’integrazione con l’assistente vocale. 

 


Ritorna al menu ↑

A cosa servono gli smart speaker per la casa?

Immagina di chiedere al tuo smart speaker di:

  • spegnere la luce e accendere la TV mentre te ne resti comodamente sul divano
  • far partire in TV il prossimo episodio di Gomorra su Netflix
  • riprodurre quella canzone romantica proprio adesso che siete al dessert
  • chiudere la porta dell’ingresso o impostare la sveglia per il giorno seguente quando ormai sei a letto
  • ricordarti cos’è nella tua agenda oggi, com’è il traffico o se vale la pena indossare una giacca impermeabile prima di uscire
  • chiedere di mostrarti (se dotato di display) chi sta suonando alla porta
  • accendere e regolare il riscaldamento mentre sei ancora sotto le coperte
  • far partire la lavatrice mentre stai cucinando
  • chiedere chi è Madonna e quanti anni ha, cos’è l’aracnofobia o se la Juve sta vincendo
  • aggiungere lo zucchero alla lista della spesa e impostare un timer per la torta

Dunque, informazioni e ricerche sul web di tutti i tipi, aggiornamenti in tempo reale su traffico, meteo, risultati sportivi e notizie, appuntamenti, sveglie, timer, riproduzione di musica e video e controllo della casa intelligente (lampadine, interruttori, termostati, robot aspirapolvere e così via). La lista sarebbe lunghissima ed è pronta a evolversi, in base alle necessità più svariate e fino a crearne di nuove: comodità che non sapevamo di desiderare. Ovviamente tutto ciò che intendi controllare con uno smart speaker deve essere necessariamente compatibile con questo.

Le cosiddette skill (dall’inglese abilità) o action di questi assistenti vocali non sono limitate. Anzi, offrono un dinamico e infinito mondo di opportunità. Entrando in contatto con altri dispositivi, oggetti e servizi, essi possono compiere le operazioni più disparate e imparare nuove funzionalità, permettendoci così di ampliare la rosa dei comandi vocali. Più brand e dispositivi compatibili ci saranno, più saranno le funzionalità.

Inoltre, è possibile personalizzare l’assistente vocale in base alle proprie necessità, anche grazie alla compatibilità, dove possibile, con IFTTT (acronimo di if this than that). Si tratta di un servizio web che consente app e dispositivi di comunicare tra loro e creare delle catene di condizioni dette applet (se accade questo, allora fai accadere quello) e formulare così delle ricette personali. Un servizio molto utile nel caso gli assistenti vocali come Alexa o Google Assistant non siano direttamente compatibile con brand specifici.


Ritorna al menu ↑

Smart speaker: come funziona

Ma come funzionano questi smart speaker? Il loro utilizzo è semplice ed immediato. Dopo aver completato l’installazione e averli collegati al WiFi domestico, oltre che aver attivato le skill (nel caso di Alexa) e collegato le app, servizi e prodotti desiderati, basta:

  • destarli con la parola di attivazione, la cosiddetta wake-up word: “Alexa” (o “Computer” o “Amazon”, se impostato), “OK Google” (o “Hey Google”), “Hey Siri”
  • chiedere loro di eseguire l’operazione desiderata o semplicemente chiedere le informazioni di cui hai bisogno
  • aspettare che lo smart speaker emetta la risposta/conferma e esegua l’operazione richiesta

Il tutto avviene nel giro di pochi minuti come una normalissima conversazione.

 


Ritorna al menu ↑

Smart speaker in Italia

In Italia, siamo di fronte a un mercato ancora poco maturo rispetto agli Stati Uniti e altri paesi anglofoni. Soprattutto le funzionalità e i dispositivi compatibili sono ancora limitati. Tuttavia, il mercato sta assistendo ad una crescita impressionante e gli smart speaker in commercio si stanno evolvendo e migliorando di giorno in giorno.

I maggiori player, come già detto sono Google con Google Home e la versione “ridotta” Google Home Mini (integrati con Google Assistant) ed Amazon con la sua diversificata linea Echo (integrata con Amazon Alexa). L’azienda di Jeff Bezos, infatti, offre differenti prodotti, adatti per diverse esigenze: Amazon Echo, modello “standard” di fascia medio-bassa, Echo Dot, competitor diretto di Google Home Mini; Echo Plus, speaker dotato di hub domotico Zigbee; Echo Spot, piccolo smart display che offre funzionalità extra grazie allo schermo, ed Echo Show, evoluto smart display provvisto di hub domotico. Non solo, l’ultima trovata riguarda Echo Input, un dispositivo privo di altoparlanti ma integrato con Alexa, in grado di rendere smart una cassa audio tradizionale.

Non mancano, tuttavia, offerte di terzi anche se sono comunque integrati con Alexa (e, alcuni di questi, in futuro, anche Google Assistant): parliamo di smart speaker pensati per la musica come Bose Home Speaker 500 e Sonos One, o di Orbi WiFi Mesh con assistente integrato, una rete WiFi mesh che al tempo stesso è un altoparlante intelligente.

Dopo questa panoramica generica, se hai intenzione di acquistare uno di questi dispositivi, ti consigliamo di leggere una guida più approfondita sui miglior smart speaker del momento. 


Hai domande o vuoi restare aggiornato sul mondo della domotica? Entra a far parte della nostra community Facebook Domotica & Smart Home Italia

DICCI COSA NE PENSI

Lascia un commento

Compara articoli
  • Total (0)
Compare
0