Ecco l’assistente virtuale BMW sviluppato da Nuance

Nuance, azienda statunitense operante nel settore dell’intelligenza artificiale conversazionale, è stata scelta per sviluppare il nuovo assistente virtuale smart per BMW, già montato sulla sua nuova Serie 3. Questa soluzione permetterà al guidatore di semplificare tutte le azioni più comuni che si effettuano durante la guida, semplicemente utilizzando la propria voce. Qui sotto le azioni possibili.

Personalizzazione parole di attivazione: a differenza degli altri assistenti vocali per auto, il nuovo software sviluppato da Nuance permetterà di modificare la parola di attivazione dell’automobile, per personalizzare al massimo l’esperienza d’uso.

Conversazioni fluide e naturali: grazie all’IA sviluppata da Nuance, le conversazioni (disponibili in ben 22 lingue diverse) fra guidatore ed automobile sono estremamente fluide e naturali.

Manuale smart dell’automobile con attivazione vocale: data la crescente complessità delle automobili, poter accedere vocalmente ed in modo immediato al manuale utente della vettura è sicuramente un plus importante. Per ora, questa funzionalità è disponibile solo in inglese, tedesco e mandarino.

Modalità di assistenza specifiche: semplicemente comunicando il proprio stato emotivo all’assistente vocale, questo adatterà lo stile e la tipologia dell’assistenza di conseguenza. Per esempio, si potrà comunicare che si è stanchi o felici, ed ottenere risposte ed interazioni diverse dall’AI.

Tutte queste caratteristiche sono state ideate ed implementate da Nuance per massimizzare il livello di fiducia e fidelizzazione dell’utente nei confronti dell’assistente vocale. Tuttavia, recenti studi hanno dimostrato come gli utenti siano portati ad “affezionarsi” a pochi assistenti vocali e, nella maggior parte dei casi, questi sono quelli utilizzati anche a casa. Su tutti, quindi, Alexa ed Assistant. Questo significa che l’utente è più propenso ad acquistare un’auto con assistenza vocale già conosciuta ed utilizzata, in modo da non dover cambiare continuamente il modo di approcciare con un nuovo assistente, cambiare le parole di attivazione, ecc.

La sfida di Nuance e BMW non è quindi delle più semplici: frammentare ulteriormente il mercato degli assistenti vocali, propronendo un nuovo software dedicato agli automobilisti. Riusciranno ad imporsi?

Nuance: qualche informazione sull’azienda

Nuance è leader mondiale per quanto riguarda le soluzioni di intelligenza artificiale e conversazionale per automobili, integrate in circa 250 milioni di veicoli su scala globale. Tra i partner più importanti troviamo: Audi, Ford, BMW, FCA.

Leggi anche “Assistenti vocali su 20 milioni di auto nel 2023

 

 

 

Imprenditore digitale, appassionato di tecnologia, di tutto ciò che è smart, ma non solo. Amante della natura, divoro libri e viaggio appena posso.

DICCI COSA NE PENSI

Lascia un commento

Compara articoli
  • Total (0)
Compare
0